VALLE D'AOSTA: QUATTRO METE DA NON PERDERE

Quella del viaggio è un’esperienza decisamente personale: c’è chi viaggia per noia, chi per dare uno scossone alla propria routine, chi perché ama andare alla ricerca dell’avventura.

Quella del viaggio è un’esperienza decisamente personale: c’è chi viaggia per noia, chi per dare uno scossone alla propria routine, chi perché ama andare alla ricerca dell’avventura. Qualunque sia il motivo che spinge a partire, ci sono almeno due fattori che non dovrebbero mancare in un viaggio che si rispetti: il relax e il movimento, che sia una semplice passeggiata o uno sport un po’ più estremo. Se poi si sceglie di partire durante la stagione invernale, da privilegiare sono senza dubbio le Regioni note per i loro paesaggi alpini, come ad esempio la Valle d’Aosta, la meta perfetta per rilassarsi nella natura e praticare un po’ di sano sport. Quali sono, allora, le mete o le attività da non lasciarsi sfuggire durante una vacanza in Valle d’Aosta?

LA VALLE DAYAS PER LUNGHE PASSEGGIATE

Una meta perfetta per gli amanti dello sport e delle lunghe passeggiate nella natura è la Valle D’Ayas, che si estende ai piedi del gruppo del Monte Rosa, nella parte nord-orientale della Regione. Quella della valle è una zona che si presta molto bene a delle lunghe passeggiate, così come anche a dei tour in bicicletta o all’arrampicata. Come spiegato in un articolo di Touring Club, l’inizio della Val D’Ayas è dominato dalla rocca di Verrès, situata in cima a uno sperone roccioso. Uno spettacolo da sogno, soprattutto la sera, quando la rocca assume un aspetto ancor più romantico e suggestivo grazie alle luci soffuse che ne rischiarano la facciata. Da non perdere è anche l’ultimo centro della valle, Champoluc, uno dei punti di partenza per raggiungere le piste da sci o per dedicarsi all’arrampicata. Della vista più bella, però, si può godere da Antagnod, il capoluogo di Ayas. Dopo una giornata di movimento, tra l’altro, Antagnod è proprio la meta ideale per un pranzo tipico: un tagliere di salumi, lardo, patate bollite, barbabietole e un buon bicchiere di vino.

UNA SERATA AL CASINÒ DELLA VALLÉE DI SAINT-VINCENT

I casinò fisici non sono poi così tanti in Italia e sono concentrati per la maggior parte nel nord del Paese. È proprio per questo motivo che molti viaggiatori, appassionati del settore e non, scelgono di dedicarci almeno una serata quando si trovano nelle vicinanze, soprattutto se si trovano nei pressi di casinò di fama europea come quello di Saint-Vincent, situato proprio nella zona di Aosta. D’altronde, si sa, sono ormai sempre più numerosi i giocatori che scelgono di dedicarsi al gioco d’azzardo solo nella sua versione online, visti anche i numerosi vantaggi offerti dalle piattaforme in rete. Tra questi, come spiegato sulla homepage di Betway Casinò, la possibilità di poter giocare direttamente da casa, l’assistenza 24 ore su 24 e la grande varietà di giochi in rete. Eppure, se ci si trova nei pressi di Aosta, una serata al casinò di Saint-Vincent non può mancare, così da godere per una volta del brio dal gioco dal vivo e del lusso delle sale da gioco. Senza contare che a Saint-Vincent si può scegliere anche di pernottare presso il Grand Hotel Billia, completamente immerso nella natura e dotato di tutti i comfort di un hotel a 5 stelle lusso, con tanto di spa e palestra.

IL LAGO DARPY PER AMMIRARE IL MONTE BIANCO

Il lago d’Arpy si trova nei pressi di Colle San Carlo, all’interno del comune di Morgex, nei pressi di Aosta. Come spiegato in un articolo di Guida Torino, si tratta di uno specchio d’acqua di origine glaciale raggiungibile in soli 45 minuti di camminata attraverso un sentiero immerso nei boschi. Situato a più di duemila metri d’altezza, il lago d’Arpy offre una splendida visuale sulle cime delle Grandes Jorasses, parte della catena del Monte Bianco, e sul Monte della Croce. Un luogo incantevole, dunque, ideale per trascorrere una giornata serena immersi nella natura e per fare una lunga passeggiata da soli, in famiglia o con il proprio partner. Nelle acque del lago, tra l’altro, si trova anche una rara specie di anfibio, il tritone alpino, molto simile alla salamandra e diffuso nelle zone montane e collinari d’Europa. Per i più temerari, inoltre, il lago può essere raggiunto anche in mountain bike, partendo dal bar/ristorante che si trova a circa 1900 metri d’altezza e attraversando così la natura più selvaggia.

COURMAYEUR PER CHI AMA SCIARE

Courmayeur, infine, è la meta perfetta per gli amanti dello sci e dello snowboard. Oltre a offrire piste all’avanguardia, è anche una delle località sciistiche più famose d’Italia per i suoi panorami mozzafiato ai piedi del Monte Bianco, che incantano da decenni turisti provenienti da ogni parte d’Europa. Sono due i versanti su cui poter dare il meglio di sé, sia come principianti che come esperti sciatori o snowboarder: il primo è quello dello Chécrouit, il secondo quello della Val Vény. Non c’è da preoccuparsi se non si ha voglia di comprare o trasportare la propria attrezzatura fino al luogo di villeggiatura: a Courmayeur sono disponibili pratici noleggi per prendere in prestito tutto ciò di cui si ha bisogno. Per gli studenti universitari, inoltre, così come per i ragazzi sotto i 14 anni, tutto ciò è solitamente disponibile ad un prezzo scontato.

Che si ami lo sci o si amino le escursioni in montagna, o che ancora si voglia semplicemente godere dei paesaggi da sogno in compagnia dell’ottima cucina valdostana, la Valle d’Aosta è sicuramente una meta da considerare per scoprire uno dei tanti angoli di paradiso che il nostro Paese ha da offrire.