IL VAR, NATURA, MARE & ARTE DI VIVERE

Sulle rive del Mediterraneo, inondato di luce, eccellente sintesi fra lo spirito autentico della Provenza e la leggendaria Costa Azzurra, il Var è un giardino, un vero e proprio teatro a cielo aperto tutto l’anno con oltre 300 giorni di sole, fatto di natura intatta e varietà di paesaggi. Una gemma striata di verde e di azzurro, tra le più variegate e affascinanti di Francia, incastonata nel porfido rosso delle calanques, le imponenti scogliere a strapiombo sul mare cristallino e generoso, in mezzo alle quali si aprono spiagge di sabbia e sassi, baie segrete circondate da una natura verde, esuberante e selvaggia. E dietro, un incredibile mosaico di boschi, pianure, laghi, fiumi e gole che crea quel mix unico che costituisce la vera identità del dipartimento, affacciato sul mare, ma in stretto contatto con la montagna. Al di là della ricchezza del suo patrimonio, delle tradizioni, la gastronomia e i vigneti, il Var offre ai turisti un’esperienza sempre più innovativa, più rispettosa dell’ambiente e più sorprendente, di turismo verde e slow, creativo e culturale, ricco di emozioni autentiche e di condivisione.

Vicino all’Italia, è una destinazione ideale anche per un breve soggiorno, durante i ponti del 25 aprile, del 1° maggio, del 2 giugno e fuori stagione, fra settembre e novembre, così piacevole. Novità 2022 l’enoturismo. Nel Var si trovano i più antichi vigneti di Francia. Le denominazioni Côtes de Provence, Bandol e CôteauxVarois, famose in tutto il mondo, sono da scoprire percorrendo la Strada dei vini di Provenza, dove si incontrano quasi 400 aziende vinicole e dove perdersi in qualche “ottima annata”. Il turismo del vino è molto più di una semplice degustazione: è tutto un mondo e un’atmosfera inaspettati da scoprire.

http://www.visitvar.fr

Ecco tante novità da vivere nei prossimi mesi:

L’ arte di vivere è i fil rouge di una scoperta del Golfo di Saint-Tropez. Dalle specialità della gastronomia - tapenade, anchoïade, la famosa TarteTropézienne,il goloso e soffice dolce, omaggio del pasticcere Alexandre Micka, che possedeva una boulangerie e pâtisserie proprio nel piccolo comune della Provenza a Brigitte Bardot durante le riprese del film Et Dieu créa la femme di Roger Vadim nella quale la diva francese ricopriva il ruolo di Juliette Hardy, una "bomba sexy" ammirata e corteggiata da tutti gli uomini di Saint Tropez.. Ai trattamenti nel centro benessere di 2.000 metri quadri al Wellness Village del nuovo hotel di lusso Lily of the Valley a La Croix-Valmer, progetto architettonico originale di Philippe Starck, all’insegna del concetto che ogni struttura deve integrarsi in modo armonico con la natura circostante senza superare l’altezza degli alberi, al nuovo look della spiaggia-cult di Pampelonne, un meraviglioso tratto di sabbia ancora oggi è una delle destinazioni della Costa più frequentate dai vip allo charme di 12 villaggi da sogno… fra gli strepitosi paesaggi del golfo

http://www.visitgolfe.com

Il mito di Saint-Tropez fa ancora sognare. Le spiagge, il mare, la natura, la cultura, la cittadella e le stradine della città vecchia, il porto famoso in tutto il mondo, il mercato provenzale, i vigneti del rosé, i leggendari sandali tropéziennes….. Alloggi esclusivi fra Palace, hotel 5* e 4*, ristoranti stellati Michelin, il museo dell’Annonciade con dipinti di Signac, Vlaminck, Bonnard, Matisse... Eventi prestigiosi, fra cui le Vele di Saint-Tropez e mostre d’arte, e novità l’itinerario sulle tracce del pittore Paul Signac.

www.sainttropeztourisme.com

Classificato tra i più bei villaggi di Francia, Gassin, stradine fiorite e piazzette dove è piacevole fermarsi per gustare le specialità della cucina «annaffuata» da un bicchiere di Côte de Provence; e vista ineguagliabile che spazia sulle Îles d'Hyères, il massiccio dei Maures, le Alpi e la baia di Saint-Tropez è una meta da mettere subito in agenda.

Tra le eccellenze: Villa Belrose, Kube Hotel e le Mas de Chastelas per un soggiorno in pieno relax, grande gastronomia e aziende vinicole di fama mondiale come Château Minuty, uno dei 18 «crusclassés Côtes de Provence», o Château Barbeyrolles, con i suoi rosé certificati bio per affinare i propri gusti. Un luogo unico, tra mare e vigneti

www.gassin.eu/it

Le Gole del Verdon sono un sito naturale unico in Europa, che avrà presto il marchio Grand Site de France. Pareti di calcare vertiginose, il fiume, nel cuore del Parco Naturale Regionale del Verdon che offre emozionanti sorprese, come il belvedere del Col d’Illoire, che permette ai visitatori di stare sospesi sul vuoto in tutta sicurezza e di vivere un’esperienza immersiva nel cuore delle gole, i sentieri escursionistici, l’antica BergerieBarbebelle trasformata in residenza di charme: un sito davvero meraviglioso.

http://www.lacs-gorges-verdon.fr

Nella Dracénie tante nuove proposte: una passerella di 70 metri sospesa sulle Gole di Nartuby attorno a un percorso turistico nel cuore di Trans-en-Provence - 40 km di piste ciclabili già realizzate del percorso La Vigna in bicicletta da Les Arcs surArgens a Draguignan a Rebouillon, fra vigne e cantine del marchio “ Vignobles et découvertes” Vigneti e scoperte. Novità: la guida topografica per escursioni & passeggiate: 37 circuiti proposti, e la guida topografica “Vélo&Loisirs” in bicicletta. E due brasseries di bistronomia a Draguignan: Les 3 garçons e Le Saint Pierre

www.tourisme-dracenie.com/it

Il Pays de Fayence si compone di 9 villaggi arroccati, la gran parte certificati “Village de caractère” o “Borghi più belli di Francia”. Paesaggi autentici  di laghi, boschi e colline, 250 chilometri di sentieri e un percorso di “grande randonnée” (GR de Pays). E in bici, l’ EuroVélo 8 (“Mediterraneo in bicicletta”) attraversa il territorio. Oltre alla natura, una vita culturale ricca di eventi musicali e artistici, con studi di artisti e gallerie d’arte nei borghi. Il museo a cielo aperto di Tourrettes e la donazione di Max Ernst a Seillans testimoniano l’attrattiva di questa terra di artisti.

www.paysdefayence.com

Estérel Côte d’Azur comprende diversi comuni: Fréjus, dal fascino provenzale, PugetsurArgens, nel cuore dei vigneti, Roquebrune-sur-Argens, villaggio medievale; il Rocher di Roquebrune, sito classificato di interesse nazionale, tra i massicci dei Maures e dell’Estérel, Saint-Raphaël, splendida località balneare  con il museo Louis de Funès e il nuovo Hotel Luciamar che aprirà a giugno, oltre ai 9 villaggi in collina nel Pays de Fayence. Tra mare e natura, la costa si estende per oltre 51 km. L’Estérel, massiccio vulcanico e sito protetto di 32.000 ettari, è una delle maggiori attrattive turistiche della zona: 2700 ore di sole all’anno!

http://www.esterel-cotedazur.com

Nel Mediterraneo Porte des Maures sei villaggi a misura d’uomo per soggiorni nel cuore di una natura intatta di fronte alle isole di Porquerolles e Port-Cros, raggiungibili in battello-navetta. Passeggiate e randonnée a piedi e in bicicletta sui sentieri costieri o nel cuore del Massiccio dei Maures, sport acquatici, la spiaggia, degustazioni di vini, picnic e gite in bicicletta nei vigneti, mercati provenzali... Le spiagge di sabbia di Bormes-les-Mimosas, Le Lavandou o La Londe-les-Maures, i villaggi di Collobrières, Pierrefeu-du-Var e Cuers, Bormes-les-Mimosas con il nuovo grand hotel Eden Rose sulla collina, che aprirà a giugno: arte di vivere tutto l’anno!

www.bormeslesmimosas.com, www.ot-lelavandou.fr, http://www.mpmtourisme.com

Per informazioni : www.france.fr

Facebook : France.fr

Twitter : @IT_AtoutFrance

#ExploreFrance #ABientot

Linkedin: Atout France in Italia