TUTTI IN SELLA A COGNE!

Maggio è all’insegna delle due ruote a Cogne: destinazione di arrivo il 22 maggio della 15ma tappa del Giro d’Italia, Gran Paradiso Bike domenica 29 maggio, attività in sella e percorsi da scoprire per tutti.

 

Il Giro d’Italia ritorna a Cogne dopo 37 anni!

Domenica 22 maggio, a Lillaz arriverà la 15ma tappa del Giro d’Italia, con 177 chilometri di percorso, 4.030metri di dislivello e tre gran premi della montagna. I corridori dovranno infatti affrontare i traguardi di Pila-Les Fleurs (1.421 m), di Verrogne (1.582 m) e infine di Lillaz (1.611 m). Tappa di montagna molto impegnativa, ma con un panorama imperdibile, nel cuore del Parco Nazionale Gran Paradiso. Per chi vorrà cimentarsi e condividere l’atmosfera di questo grande evento, sabato 21 maggio lo stesso comitato organizzatore della Gran Paradiso Bike organizza una ciclo scalata con un tratto controllato dall'Atelier Boldrini (Pont Suaz) alla rotonda di Aymavilles da cui seguirà un tratto cronometrato sino a Cogne (Piazza E. Chanoux).

La giornata si conclude con la Notte Rosa a suon di musica con il concerto de L’Orage Trio e DJ Set.

 

La Valle di Cogne, prima dell’avvio della stagione estiva, svela così il suo fascino: un angolo di natura incontaminata in un parco centenario che diventa la meta perfetta per escursioni a due ruote a vari livelli.

 

Non a caso qui si svolge da anni, 22 con la prossima edizione del 29 maggio, la GranParadisoBike, l’attesissimo appuntamento sportivo che ripercorre, in mountain bike, per un totale di 48 km con un dislivello di 1.500 metri, parte dell’itinerario della celebre gran fondo di sci nordico Marcia Gran Paradiso.

 

Con partenza alle ore 10 di domenica 29, alla gara si potrà partecipare anche con bici a pedalata assistita. In programma ritornala consueta pedalata ecologica della lunghezza di 20 chilometri, adatta a tutti.

 

A collegare i due eventi, una settimana “rosa” arricchita da specifiche iniziative a tema tra cui l’allestimento di una pista di pump track, da provare gratuitamente con i consigli di un esperto, e un muro di arrampicata sportiva (allestito dal Corpo degli Alpini in occasione del 150° anniversario). Tra le novità, l’inaugurazione del GranParadisoBike Garden, un percorso per mountain bike realizzato tra le frazioni di Champlong e Lillaz.

Sabato 28 maggio da non perdere la proiezione del film “Wonderful Losers.  A differentworld”, docu-film sul Giro d’Italia, protagonisti i gregari e lo spirito di squadra.

Una settimana rosa che diventa occasione per vivere la Valle di Cogne soggiornando in strutture ricettive particolarmente bike-friendly, grazie a servizi specifici per i clienti ospiti, dalla disponibilità di locali protetti per la custodia delle biciclette alla presenza di attrezzi per la manutenzione, riparazione e lavaggio, oltre alla possibilità per i ciclisti di scegliere un’alimentazione specifica, incluso il pranzo al sacco.

Ma non è tutto! Con i suoi sette itinerari, Cogne permette agli appassionati esperti, e non solo, di praticare un’attività sportiva entusiasmante, nel pieno rispetto della natura. Uno sport praticabile anche da soli, con le dovute precauzioni.

 

1.Nel Parco del Gran Paradiso

Per una pedalata semplice e molto piacevole, di 25 km (o 15 km per il percorso breve) con un dislivello massimo di 600 m, interamente nel Parco Nazionale Gran Paradiso, partendo da Cogne, si attraversa il torrente Valnontey e si rimane sul versante sinistro orografico arrivando al villaggio di Valnontey e oltrepassando l’alpe Vermiana a 1.731 m per poi ritornare indietro per lo stesso percorso. Rientrando da Valnontey si può proseguire lungo i sentieri che attraversano il bosco fino all’altipiano di Sylvenoire percorrendo i tracciati delle piste da fondo fino a raggiungere Lillaz su sentieri sterrati. La fatica viene ampiamente appagata dalla visione delle cascatediLillaz per poi ritornare a Cogne percorrendo la pedonale che costeggia il torrente Urtier – qui a passo d’uomo perché molto frequentata da famiglie, bimbi e anziani.

 

  1. Itinerario panoramico: Gimillan e Epinel

Per continuare un allenamento impegnativo, con tornanti stretti e ripidi in discesa, si può scegliere il sentiero che da Cogne va verso Gimillan e scende fino a Epinel, percorso che regala una vista panoramica ineguagliabile su Cogne e il massiccio del Gran Paradiso.

 

  1. Gimillan – Pian della Cretetta – Serve

Qui si parte “dall’alto” di Gimillan, sopra Cogne, percorrendo sentieri e pedonali sterrati, salendo ancora verso il vallone del Grauson fino all’alpeggio di Ecloseur. Il rientro passa per Pian della Cretetta per un totale di 8 km e un dislivello di 300 m.

 

  1. Al Passo Invergneux

I più preparati atleticamente non possono perdersi il percorso che parte poco prima di Lillaz, attraversa il vallone dell’Urtier e giunge al Passo dell’Invergneux. Il dislivello (si arriva a 2.098 m) e la difficoltà tecnica – l’ultimo tratto in salita e la discesa dal colle all’alpe Pila mettono alla prova i più allenati mentre per gli altri…bici in spalla! – rendono questo percorso particolarmente adatto a bikers evoluti e dotati di mezzi adeguati.

 

  1. Rifugio Sogno di Berdzè

Per chi è dotato di grande resistenza fisica, un percorso di 33 km con un dislivello di 1.000 m, da Lillaz porta fino al Rifugio Sogno di Berdzè per poi scendere, volendo, passando dal lago Ponton.

 

6.Gimillan - Tsavanis - Epinel

Salendosempre da Cogne lungo la vecchia strada comunale che costeggiail Museo della Miniera presso il villaggio dei Minatori si arriva fino a Gimillane da qui fino all’alpe Tsavanis a 1.870 m.

15 km di percorso e un dislivello di 500 m, ma le due possibili discese (nel bosco verso Epinel oppure verso Cretaz) sono tra le più impegnative del territorio, con tratti ripidi, un’infinita serie di tornanti stretti e single tracks impegnativi.

 

 

7.Giro delle Miniere

Infine, un itinerario “a tema” alla riscoperta delle origini di Cogne – salendo fino a Lillaz e poco prima dell’abitato deviando in direzione del vallone dell’Urtier fino all’Alpe Taveronna. E da qui si prosegue salendo con più difficoltà fino al complesso di Colonna dove poter ammirare le costruzioni dell’antica miniera di magnetite. Poi la discesa, ripida e a tornanti, solo per bikers evoluti, fino alla frazione Moline e giù al punto di partenza.

 

Alcuni tracciati sono anche percorribili con le e-bike noleggiabili a Cogne. Importante rispettare un serie di buone norme, riassunte nel decalogo del mountain biking sostenibile, senza dimenticare la sicurezza personale: portare con sé una mappa e gli attrezzi in caso di forature o problemi alla catena, non percorrere sentieri chiusi e magari in manutenzione, quindi pericolosi.

Il rispetto altrui rimane prioritario per una sana convivenza nella natura di tutti, dando la precedenza ai pedoni e ai cavalli, rallentando in zone abitate e sorpassando con cortesia, rimanendo sul percorso tracciato per salvaguardare l’ambiente circostante, non rovinando i sentieri ed evitando di percorrerli in presenza di fango.

 

 

Per info e prenotazioni contattare:

Consorzio Turistico Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.cogneturismo.it+39.0165.74835