SIMONE TESSADORI CELEBRA LA SPENSIERATEZZA DEGLI ANNI ‘50

La joie de vivre degli anni 50 è la protagonista indiscussa della nuova collezione di Stone Tessadori. Il mix tra classico e contemporaneo permea il dna del giovane designer bresciano. Dal fascino parigino all’allure dell’Upper East Side newyorchese, senza dimenticare il suolo centrale dello stile italiano. Il movimento degli abiti nelle strade milanesi colpisce l’attenzione dello stilista, così come alcune opere architettoniche di grande rilevanza, ad esempio Villa Necchi Campiglio di Portaluppi o l’imponenza delle dimore palladiane che dal Brenta disegnano il paesaggio fino a Brescia, dove Tessadori ha scelto di tornare dopo gli studi al Politecnico di Milano.

Le proposte per la primavera/estate 2021 si caratterizzano per l’utilizzo di materiali naturali, in primis lino, burette di seta e cotone, ma allo stesso tempo raffinati, un omaggio alle vacanze italiane nel boom economico. La palette comprende tonalità polverose come beige, rosa e glicine con dei tocchi di vivacità espresse attraverso il rosso fragola e il verde smeraldo. Il focus è sui pantaloni, sia a sigaretta che a palazzo, decorati da dettagli sottili. I capi prendono vita nel laboratorio creativo di Tessori, per poi incontrare le donne nell’atelier bresciano oppure raggiungerle attraverso l’e-commerce del brand e gli e-shop ObFashion e MyClah.