Il nuovo

concetto

di attualità

TamTamNews
SCOPRIMILANO

Archivio 2008

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Sport
Pubblicato 01 Settembre 2014
Stampa

Gli italiani, ormai da una trentina di anni, hanno scoperto Seefeld e la frequentano sempre più numerosi sia d’inverno sia d’estate, dimostrando una volta di più fiuto per le cose belle.

Perché Seefeld, con le altre quattro località della zona, è uno dei migliori comprensori turistici dell’Austria e dell’intero arco alpino. Fa parte dell’associazione “Best of the Alps”, che riunisce dodici “stelle” del turismo di montagna, da Chamonix a Cortina d’Ampezzo, da Davos a Kitzbühel, da Lech am Arlberg a St. Moritz, contraddistinte tutte da un paesaggio incantevole e risparmiato dall’urbanizzazione selvaggia, da strutture ricettive efficienti e di qualità, da servizi di prim’ordine e da una lunga tradizione di ospitalità.

Seefeld ha tutto questo, ma ha anche un pregio in più che invece manca a molte delle altre località che abbiamo menzionato: fa sentire a proprio agio gli ospiti, tutti gli ospiti, sia quelli che alloggiano al “Klosterbräu”, antico convento trasformato in hotel di lusso a 5 stelle, sia chi è ospite di pensioni più modeste o agriturismi. L’offerta ricettiva è molto ampia quella commerciale altrettanto, ma non si incontra gente con la puzza sotto il naso a passeggio nell’area pedonale tra la chiesa e il municipio e le consumazioni ai caffè e nei ristoranti non hanno prezzi "da rapina".

Seefeld è orgogliosa di far parte del club “Best of the Alps”, ma si è ben guardata dal farsi affibbiare l’etichetta di località d’elite. Si è dimostrata guardinga anche nei confronti dei Giochi olimpici – che pure ha ospitato per ben due volte, nel 1964 e nel 1976, e che l’hanno fatta conoscere a livello internazionale – per timore che tanto onore costituisse un deterrente, anziché un incentivo, al turismo. Tant’è vero che la scritta “Olympiaregion” compare accanto al toponimo in tutti gli stampati turistici, ma in caratteri molto piccoli, come una medaglia da esibire con circospezione.

Il risultato di questa strategia turistica si legge nei 370 mila ospiti all’anno, con 2,1 milioni di pernottamenti, numeri record per un comprensorio così piccolo. Ancor più significativo l’equilibrio delle presenze tra estate e inverno e una permanenza media di 5,5 giorni (4,9 in Tirolo), segno che qui più che altrove si ha voglia di “restare”.

Gli italiani che scelgono Seefeld per le loro vacanze sono attualmente circa 40.000 all’anno, con più di 200.000 pernottamenti. Arrivano soprattutto dal Nord Italia, da Venezia a Milano, da Bergamo a Bologna. Ma in agosto capitano qui anche romani e napoletani. Gli operatori turistici li accolgono volentieri, perché sono buoni clienti: non fanno il controllo del centesimo sul conto del ristorante come i tedeschi, sono più generosi nelle mance, soprattutto sono più cordiali e quasi sempre di buon umore.

Fu proprio Seefeld, negli anni ’80, tra le prime località tirolesi a guardare all’Italia, elaborando speciali offerte per il nostro mercato. Fu una scelta indovinata e lungimirante, che consente ora di compensare con gli arrivi dal nostro Paese il graduale calo della tradizionale presenza tedesca e di quella britannica, in auge soprattutto tra gli anni ’60 e ’70.

Qui, dal 5. all’8 settembre, nel Resort Alpin Dorint a Seefeld/Tirolo, la nazionale di calcio dei Paesi Bassi si preparerà all’esordio nella prima partita di qualificazione agli Europei di Francia 2016 il 9 settembre contro la Repubblica Ceca.

Nel girone di qualificazione, la squadra dell’allenatore Guus Hiddink incontrerà oltre la selezione della Repubblica Ceca anche le squadre provenienti da Turchia, Lettonia, Islanda e Kazakistan.

Il Dorint Resort Alpin Seefeld / Tirol ha già ospitato gli “orange”, l’ultima volta proprio nel preparare i mondiali di calcio del 2010.

Oltre alle Star della Bundesliga tedesca come Arjen Robben, Rafael Van der Vaart e Klaas Jan Huntelaar, saranno presenti anche molti altri volti noti delle migliori divisioni in tutta Europa. Come Nigel de Jong, Dirk Kuyt, Robin van Persie e Wesley Sneijder.

Le informazioni in merito agli allenamenti aperti al pubblico saranno pubblicate sul sito web della regione olimpica di Seefeld. (http://www.seefeld.com)

Seguici su ...