Il nuovo

concetto

di attualità

Scarica la nuova App di PegasoNews!

SCOPRIMILANO
TamTamNews
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Moda Tendenze
Pubblicato 17 Giugno 2017
Stampa

 

IL VIAGGIATORE IMPECCABILE

Fuori dal finestrino, il paesaggio scorre veloce. I paesi e poi le città, le colline e poi le spiagge: il treno attraversa un mondo in continuo cambiamento. Seduto nella sua carrozza, l’uomo Canali è partecipe di questo movimento: di stazione in stazione, si concede il lusso di osservarne le tappe e comprenderne le dinamiche, verso una destinazione che diventa via via più chiara all’orizzonte. La collezione Primavera Estate 2018 è un omaggio al viaggiatore che si muove nel mondo con rinnovata consapevolezza: che sia una trasferta di lavoro o una vacanza, il viaggio è una scoper ta continua.

Nel bagaglio del viaggiatore non può mancare l’Impeccabile 2.0, un tessuto innovativo messo a punto in esclusiva per Canali e studiato appositamente per l’uomo in costante movimento. Morbido e scattante, è realizzato con finissimi fili di lana – con fibre dal diametro di 17,5 micron – ritorti più del doppio dei fili tradizionali, che creano un’elasticità senza precedenti e del tutto naturale. La finezza del filato, inoltre, genera micro spazi nell’intreccio che rendono il tessuto eccezionalmente leggero e traspirante. Lo speciale finissaggio, infine, fa sì che il tessuto sia resistente all’acqua e alle macchie e sia ingualcibile perché utilizza il calore del corpo per stendere le pieghe. Abiti, giacche e pantaloni formali, ma non solo: nello sportswear questo tessuto diventa impermeabile e isolante grazie ad una membrana interna.

Elastico, traspirante, ingualcibile, resistente all’acqua e alle macchie: le caratteristiche dell’Impeccabile 2.0, diventano quattro performance coreografiche protagoniste dell’allestimento dedicato alla nuova collezione. Lungo la banchina di una stazione, tra le carrozze di un treno di lusso, il viaggiatore scopre materiali sempre rigorosamente naturali: lane finissime, mischie di cashmere e seta, lino e cotone. La palette viaggia tra le nuances sofisticate dei capi formali – azzurro polvere, avio, bluette, sabbia – e i colori decisi del tempo libero, via via più intensi: il senape e il verde oliva abbinati al blu scuro, e poi l’arancione e il rosso fuoco insieme al grigio. I colori si accostano nelle fantasie a quadretti - ora più grandi, ora più piccoli - mentre la tinta unita compare sempre su fondi mossi. Gli abiti hanno forme sartoriali decostruite, con giacche due bottoni e pantaloni dalle linee pulite.

I rever a lancia diventano più ampi sulla giacca un bottone, che slancia la silhouette senza costrizioni. Anche i trench e i giacconi hanno volumi leggeri - da riporre in borsoni e zaini in vitello bottalato e tessuto - e dettagli dal gusto formale, come i bottoni in vero corno. Nella selezione di camicie spiccano le forme morbide del lino e, tra le novità, il modello con il collo coreano e due tasche laterali, da indossare da solo oppure sopra ad una t-shirt. Il monogramma Canali è inciso tono su tono su marsupi e portadocumenti in pelle, mentre le scarpe in canguro, straordinariamente morbide e flessibili, completano il guardaroba del nostro viaggiatore – che ha già la mente rivolta alla prossima meta.