Il nuovo

concetto

di attualità

Scarica la nuova App di PegasoNews!

TamTamNews
SCOPRIMILANO
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: FOCUS
Pubblicato 30 Settembre 2017
Stampa

C’è chi non perderebbe mai l’occasione di trascorrere il Capodanno stappando lo spumante e mangiando lenticchie e zampone. E c’è chi, invece, non vede l’ora che arrivino le vacanze di Natale per concedersi un viaggio in un luogo nuovo, lontano dagli alberi addobbati, dai babbi natale appesi ai balconi e dagli schiamazzi dei vicini. Se appartenete a questa seconda categoria, abbiamo un’idea per voi: un Capodanno sui sentieri attorno all’Annapurna, nel cuore dell’Himalaya, un trekking facile, che non richiede particolari doti alpinistiche né grande allenamento, ma ricco di suggestioni e magia.

L’Annapurna, la decima montagna al mondo per altezza, si trova nel Nepal centrale e i trekking che la circumnavigano sono spettacolari e molto panoramici: si cammina infatti al cospetto di autentici giganti di pietra, coperti da nevai perenni che luccicano al sole, che sovrastano vallate verdeggianti abitate da popolazioni che praticano riti e attività arcaiche e cariche di fascino. Una di queste è l’etnia Gurung, che costituisce circa il 2% della popolazione nepalese e ha molti punti di contatto con l’etnia Magar ma che, rispetto a quest’ultima, occupa territori che si trovano ad altitudini più elevate. I Gurung sono particolarmente conosciuti per la loro resistenza fisica e, in particolare, per il loro coraggio e le loro capacità militari: per questo furono tra i primi, all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, a far parte delle truppe Gurkha dell’esercito Britannico, dove si distinsero per abilità e tenacia. I Gurung sono anche esperti coltivatori di prodotti agricoli di montagna, come grano, mais e miglio, oltre che abili pastori, in particolare di pecore, ma l’attività più singolare che li contraddistingue è certamente quella della caccia al miele pazzo: si tratta di una vera e propria caccia, praticata ormai da pochissimi membri di questo popolo, legata a riti antichissimi. Il miele pazzo si trova infatti in giganteschi alveari arroccati in posizioni impossibili a decine di metri d’altezza su pareti di roccia a strapiombo -che solo pochi coraggiosi hanno l’ardire di affrontare- e, vista la difficoltà dell’ascesa e della raccolta, è necessario celebrare un rito per placare gli dei della montagna affinché aiutino il cacciatore nel suo compito: la cerimonia sciamanica prevede il sacrifico di una pecora e l’offerta di fiori, frutta e riso, seguito dall’accensione di alcuni fuochi, il cui fumo è utile a cacciare le api dall’alveare; solo a questo punto l’ascesa può avere inizio: il cacciatore sale sulla parete con una semplice corda intrecciata a mano e stacca l’alveare dalla roccia con l’aiuto di pali di bambù affilati, lo mette in una cesta e lo porta finalmente a terra. Questo miele rossastro è particolarmente prezioso e ricercato perché ha proprietà allucinogene (conferite dalla graianotossina, presente nelle piante della famiglia delle ericaceae, come le azalee e i rododendri) e, secondo la medicina tradizionale nepalese e cinese, ottime capacità curative e antisettiche. Vista la difficoltà del procedimento di raccolta, questa attività millenaria rischia di cadere nell’oblio, considerato che già oggi sono pochissimi i coraggiosi in grado di praticarla.

L’itinerario proposto da Viaggiaconcarlo vi porta alla scoperta dell’etnia Gurung, degli straordinari panorami himalayani e della valle di Kathmandu, che custodisce un enorme patrimonio culturale fatto di antichissimi templi e villaggi inserito dall’Unesco fra i tesori dell’umanità.

PANORAMI HIMALAYANI
12 giorni – partenza 28 dicembre 2017
Quote a partire da 1.635 €
INCLUSI
: voli internazionali e tasse aeroportuali, trattamento di pensione completa con menù alla carta durante il tour, sola prima colazione a Kathmandu, trasferimenti da e per l’aeroporto, voli interni, portatori, guida parlante italiano, tutte le entrate nei luoghi di maggior interesse e permessi trekking.

Info:https://www.viaggiaconcarlo.com/i-nostri-viaggi/destinazioni/nepal/item/13-annapurna-panorama  

Seguici su ...