Il nuovo

concetto

di attualità

Scarica la nuova App di PegasoNews!

SCOPRIMILANO
TamTamNews
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 08 Ottobre 2017
Stampa

Insieme a Nizza e Antibes, Cannes costituisce uno dei luoghi mitici della Costa Azzurra. Da silenzioso porto di pescatori divenne un famoso luogo mondano di villeggiatura grazie al clima mite a partire dalla seconda metà dell’800. Ma soprattutto durante il periodo della Belle Epoque, quando il barone inglese Henry Brougham fece costruire la villa Eleonore-Louise, cui seguirono l’importante arteria del Boulevard Carnot, la rue d’Antibes e importanti hotel di lusso. Una rivoluzione che portò qui facoltosi borghesi e aristocratici da ogni parte d’Europa. Ancora oggi, la cittadina, immersa in una rigogliosa vegetazione all’interno di un golfo, riesce a risvegliare il ricordo della Belle Epoque, offrendo con gli eleganti negozi, i lussuosi alberghi, il casinò e lo yacht club un’immagine mondana e tranquilla al tempo stesso. Oggi come oggi però è l’estate la stagione che più attira i turisti, ma un fine settimana a Cannes, durante l'autunno, non si può perdere. Come stagione l’autunno ha poco da invidiare ai mesi centrali dell’anno da queste parti. Tante, infatti, sono le bellezze godibili nella capitale turistica della Francia Meridionale nei giorni di ordinaria quotidianità.

Così, dopo aver visitato le vie dello shopping, il mercato dei fiori lungo l’Allée de la Libertéo il Marchè Forville, il più rinomato di tutta Cannes, che mette in contatto curiosi assaggiatori di gusti autentici e venditori, spesso anche produttori, ci si può addentrare nel Suquet, la città vecchia, le cui viuzze strette si inerpicano sulle pendici del Mont-Chevalier. Sulla cima si erge una torre di guardia del XII secolo, dall’alto della quale si gode una vista stupenda sulla baia. Da vedere anche la chiesa di Notre-Dame-de-l’Espérance, costruita in raro stile tardogotico provenzale nel XVI secolo. Percorrendo tutto il Boulevard de la Croisette, si arriva al Cap de la Croisette, una lingua di terra che si estende nel mare e sulla cui punta è stata eretta una piccola croce (la croisette, appunto).

Gli amanti della cultura oltre a tutte le esposizioni permanenti potranno quest'anno raggiungere il Museo Bonnard a Le Cannetper la mostra "Omaggio & Capolavori", esposizione allestita inoccasione dei 150 anni dalla nascita di Pierre Bonnard.(fino al 28 gennaio 2018) mentre per gli sportivi l'appuntamento è, il 5 novembre, per l’imperdibile maratona delle Alpi-Marittime Nizza - Cannes che festeggia quest’anno i 10 anni. (www.marathon06.com)

Anche usando Cannes come base, si possono visitare altre attrattive della regione circostante e dell’entroterra:
- Le isole Lérins, appena al largo della dalla Croisette, attendono il visitatore con le foreste dell’isola di Sainte Marguerite, la più grande, abitate da diverse specie di uccelli migratori, e con Fort Royale dove si trova la famosa cella della Maschera di ferro. L’Isola di Sainte-Honorat è invece di proprietà dell’Abbazia di Lérins ed è un paradiso di serenità e spiritualità. L’abbazia, un edifico un tempo sia religioso sia militare, sorge tra le vigne e produce vini e liquori, olio di oliva e lavanda.
- il massiccio dell’Esterel, ovvero stupende montagne di roccia rossa che emergono dalle acque. Ai loro piedi corre una strada romantica e incantevole, la Corniche d’Or;
- il villaggio di Vallauris, in cui visse Picasso per alcuni anni;
- l’antico borgo di Mougins, noto per la concentrazione di ristoranti di qualità eccellente.

Info: www.palaisdesfestivals.com - www.cannes-destination.com - www.france.fr.

Seguici su ...