Il nuovo

concetto

di attualità

TamTamNews
SCOPRIMILANO
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 12 Dicembre 2017
Stampa

Con l’inaugurazione del calendario di Valletta 2018, si apre un’incredibile kermesse di eventi che celebreranno la nomina a Capitale Europea della Cultura


Fervono i preparativi, ma ormai tutto sembra essere pronto, soprattutto l’entusiasmo dei maltesi: Valletta 2018 è alle porte e l’attesa è quanto mai febbricitante.

Il programma culturale che è stato messo a punto per la settimana di inaugurazione di Valletta 2018 Capitale Europea della Cultura, avrà come sede principale la capitale, ma farà incursioni in città e villaggi sia a Malta che a Gozo. La prima grande festa dell’anno si terrà dal 14 al 21 gennaio, giorni in cui Valletta prevede di accogliere grandi folle di pubblico internazionale che raggiungeranno Malta per assistere ai tanti appuntamenti che tra musica e intrattenimento, artisti di strada e performer, che animeranno le strade della capitale.

Il giorno ufficiale di inaugurazione è fissato per il 20 gennaio, data in cui sono previsti spettacoli che si alterneranno su quattro delle piazze principali della capitale, in un programma dal titolo Erba 'Pjazez.

In quella data su Triton Square si terrà l’attesissima performance del gruppo catalano La Fura dels Baus che presenterà un coreografico spettacolo acrobatico mettendo in risalto la neo restaurata Fontana del Tritone. Lo spettacolo coinvolgerà un gruppo di artisti locali per un totale di 60 performer che nel caratteristico stile della compagnia offriranno uno spettacolo eccentrico, innovativo e il cui ritmo e l’evoluzione trasgrediranno il limite convenzionale che separa l’attore dallo spettatore, il quale potrebbe ritrovarsi personalmente coinvolto nell’esibizione.

Su St George’s Square avrà invece luogo lo spettacolo di danza contemporanea della compagnia ŻfinMalta: la coreografia di Paola Mangiola sarà basata sulla musica originale del compositore Cyprian Cassar dando vita ad uno show in cui i performer interagiranno con proiezioni video (realizzate da Blaze Animation) ed effetti luce (a cura di Mad About Video).

In St John’s Square, sui gradini del segrato della Cocattedrale di San Giovanni si esibirà un coro diretto da Pamela Bezzina, in una premiere di una sinfonia corale. Autore della musica è Elton Zarb, mentre il testo è stato composto da Julian Farrugia. La performance sarà accompagnata da proiezioni di videoarte che risalteranno la facciata di uno dei monumenti più celebri di Malta.

Una proiezione interattiva e tridimensionale è infine prevista sulla facciata del celebre Auberge de Castille con elementi di musica ed effetti speciali, che in 20 minuti racconteranno il passato ed immagineranno il futuro di Malta.

Molti altri eventi naturalmente sono previsti per tutta la settimana, con l’idea di suddividerli in aree tematiche.

Il primo tema Festa celebrerà la tradizione delle feste di paese tipiche maltesi con esibizioni di bande musicali, produzione ed esposizioni di manufatti decorativi, mostre di oggetti religiosi e la possibilità di visitare i tipici club musicali dove si riuniscono i componenti delle bande ed i loro familiari per i preparativi delle feste patronali.

Sotto il titolo Performance, saranno comprese molte esibizioni che si terranno per le strade cittadine con l’idea di portare l’arte direttamente sulla porta di casa degli abitanti di Malta: quindi teatro, concerti, cabaret, giochi in piazza e appuntamenti di poesia.

Pop up/Music porterà musica nei luoghi più inconsueti, sarà quindi possibile assistere a performance musicali e concerti sul traghetto che unisce Malta a Gozo e sugli autobus del trasporto pubblico.

Ultima categoria di attività è quella dal nome Children and Young People che prevede quindi proposte per i più piccoli. Tra queste un’originale mostra delle Culture Inventate a cura dei bambini delle scuole primarie maltesi ed una versione ad hoc per bambini della tipica Festa maltese.

Spazio anche allo Sport con incursioni, dimostrazioni e mostre legati a due delle discipline più amate dai maltesi: tutto quel che riguarda la navigazione (quindi la vela, la canoa, ecc) e naturalmente il calcio!

Non poteva ovviamente mancare una sezione di eventi dedicati alla Cultura nell’ambito della quale si potrà ascoltare la storia di Valletta raccontata dalla voce stessa dei suoi abitanti o visitare monumenti solitamente chiusi al pubblico, come le Cripte del Convento Agostiniano o la Pro Cattedrale Anglicana di San Paolo.

Il 2018 si apre quindi con il primo di una lunga serie di grandi eventi a Malta: la nomina a Capitale Europea della Cultura 2018 di Valletta farà da volano ad un programma che coinvolgerà tutto l’arcipelago e che sarà ricco di cultura con l’allestimento di mostre, concerti e feste che renderanno l’esperienza dei turisti a dir poco indimenticabile.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a consultare il programma dettagliato a https://www.visitmalta.com/en/file.aspx?f=26803.

Seguici su ...