Il nuovo

concetto

di attualità

TamTamNews
SCOPRIMILANO
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Cultura Spettacoli Locali
Pubblicato 12 Gennaio 2018
Stampa

 

 “Non ho avuto paura di morire”

 “Torno in conduzione a Le Iene dall’11 febbraio. Non vedo l’ora”

DOMANI, SABATO 13 GENNAIO 2018, ALLE ORE 16.00, SU CANALE 5

 “Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire”.

La conduttrice e inviata de ‘Le Iene’ Nadia Toffa parla così in un’intervista esclusiva, in onda domani a Verissimo, dopo il malore che il 2 dicembre scorso ha fatto temere per la sua vita.

Ai microfoni del talk show confida: “Ho avuto solo paura per i miei genitori, le mie sorelle, i miei amici perché non erano pronti a perdermi. I miei genitori in rianimazione cercavano di darmi sicurezza, di tranquillizzarmi, ma io capivo che erano preoccupatissimi”.

A Silvia Toffanin, che le chiede come stia adesso, la iena risponde: “Sto benissimo, meglio di prima, perché queste cose servono a far rivalutare la vita. Un evento all’apparenza brutto, (i giornali hanno scritto che stavo addirittura morendo), invece, mi ha fatto scorrere ancora di più la vita nelle vene”.

Nadia chiarisce anche la portata esatta di quello che le è successo, dichiarando “Non ho mai rischiato di morire, ma finché sei lì in rianimazione e non fanno tutti gli accertamenti, non lo sai. Su suggerimento di un mio collega ho anche pregato, ripetendo le preghiere che sapevo e mi sono ricordata”.

La conduttrice è stata letteralmente travolta dai messaggi e dalle dimostrazioni d’affetto da parte dei giornali, sui social, dai colleghi del mondo dello spettacolo e dell’informazione e dalla gente comune. A tal proposito confessa: “Mi sento un po’ in colpa perché ho fatto preoccupare tanta gente. Mi sono commossa per i messaggi e le dimostrazioni d’affetto sui social. La gente ha pregato per me e questo mi ha stupita”.

Infine, a tutti i fan che aspettano il ritorno della conduttrice in tv, Nadia annuncia: “Torno in diretta a Le Iene dall’11 febbraio. Non vedo l’ora di rivedere tutti”.