Il nuovo

concetto

di attualità

SCOPRIMILANO
TamTamNews
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Cultura Spettacoli Locali
Pubblicato 13 Gennaio 2018
Stampa

 

 

SABATO 13 GENNAIO 2018

 

Alle 11.00, Marco Ardemagni parlerà di “Rosetta, 1913. Una storia di mala, d’arte, d’amore e di polizia”

Alle ore 15.00, i prefetti Achille Serra e Massimo Mazza dialogheranno sul tema “Milano anni ’70 e ’80 lotta  alla criminalità: oggi?”

 

Sabato 13 gennaio 2018, doppio appuntamento con le conferenze che accompagnano la mostra MILANO E LA MALA. Storia criminale della città, dalla rapina di via Osoppo a Vallanzasca, in programma a Palazzo Morando | Costume Moda Immagine in via Sant’Andrea 6, fino all’11 febbraio 2018.

 

Ad aprire la giornata, alle ore 11.00, sarà Marco Ardemagni, autore televisivo, poeta e conduttore della trasmissione radiofonica Caterpillar AM di Rai Radio 2, che parlerà di “Rosetta, 1913. Una storia di mala, d’arte, d’amore e di polizia”.

Nel corso del suo intervento, Ardemagni ripercorrerà la vicenda di Rosetta, una giovane prostituta (Elvira Andrezzi, ma i giornalisti la chiameranno quasi sempre Andressi) morta a Milano nel 1913 in circostanze poco chiare.

La storia della ragazza è stata poi tramandata da La povera Rosetta, una canzone della ligera, resa famosa da interpreti quali Milly, dai Gufi e dal solo Nanni Svampa.

 

Alle ore 15.00, la sala conferenze di Palazzo Morando accoglierà il prefetto Achille Serra, già questore di Milano e il prefetto Massimo Mazza, dirigente della squadra Mobile a Milano nei primi anni '80, che dialogheranno sul tema “Milano anni ’70 e ’80 lotta alla criminalità: oggi?”.

Dal loro punto di osservazione privilegiato sulla storia della città, vissuta in prima persona in un periodo molto caldo di Milano, Serra e Mazza affronteranno uno degli argomenti più dibattuti e sentiti in Italia, ovvero quello della sicurezza, fornendo suggerimenti per affrontare questa delicata situazione.

 

Ingresso libero, fino a esaurimento posti.

 

Milano e la Mala, curata da Stefano Galli, analizza e ripercorre la nascita e l’affermazione della criminalità a Milano, tra la fine degli anni quaranta e la metà degli anni ottanta, attraverso 170 immagini d’epoca, documenti e “strumenti del mestiere” come la celebre custodia del mitra di Luciano Lutring, i dadi usati nelle bische e, ancora, le armi utilizzate dalla polizia per combattere il crimine, a documentare l’evoluzione della malavita in città, dai gruppi improvvisati all’affermazione del fenomeno malavitoso, attraverso personaggi e azioni che ne hanno segnato la storia.

L’esposizione è promossa da Comune di Milano | Cultura, Direzione Musei Storici, organizzata dall'Associazione Spirale d'Idee con la Polizia di Stato che ha collaborato per la ricerca e la scelta della documentazione e delle fotografie e nella selezione delle strumentazioni tecniche e degli arredi di ufficio originali, in uso alla Questura di Milano in quegli anni e custoditi presso gli archivi ed il Museo Storico della Polizia di Stato, e per la scelta delle armi in uso a quell’epoca e messe a disposizione dalla Fabbrica d’armi Pietro Beretta S.P.A. L’iniziativa ha il patrocinio della Polizia di Stato, della Regione Lombardia e della Città metropolitana di Milano è inserita nel palinsesto di Novecento italiano. Media partner Radio popolare.

In esposizione anche la Giulia super 1.600 grigio verde della Polizia di Stato, in uso alla Questura di Milano in quegli anni.

 

Catalogo edizioni Spirale d’Idee.

 

Milano, gennaio 2018

 

 

Conferenza

MARCO ARDEMAGNI. Rosetta, 1913. Una storia di mala, d’arte, d’amore e di polizia

Sabato 13 gennaio 2018, ore 11.00

ACHILLE SERRA e MASSIMO MAZZA. Milano anni ’70 e ’80 lotta alla criminalità: oggi?

Sabato 13 gennaio 2018, ore 15.00

 

Milano, Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, spazi espositivi piano terra (via Sant’Andrea 6)

 

Ingresso libero

 

Informazioni: Tel. 327 8953761| Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SCHEDA MOSTRA

 

MILANO E LA MALA

STORIA CRIMINALE DELLA CITTÀ DALLA RAPINA DI VIA OSOPPO A VALLANZASCA

a cura di Stefano Galli

9 novembre 2017 - 11 febbraio 2018

Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, spazi espositivi piano terra, via Sant’Andrea 6, Milano

 

Orari:

Martedì- domenica: 10.00-20.00 (la biglietteria chiude un'ora prima)

Giovedì: 10.00 - 22.30 (la biglietteria chiude un'ora prima)

 

Catalogo: edizioni Spirale d’Idee

 

Biglietti:

intero: € 10

ridotto: € 8 (studenti under 26, over 65, disabili, gruppi adulti e tutte le convenzioni)

Biglietto Famiglia:

1 genitore: € 8 + 1 figlio entro i 14 anni, € 5

2 genitori: € 8 cad. + 1-2 figli, € 5 cad.

Ridotto Speciale: € 8 (per chi esibisce il biglietto di ingresso intero a Palazzo Morando | Costume Moda Immagine relativo ad una visita effettuata il giorno stesso); € 5 (gruppi scuole); € 8 aderenti alle forze della Polizia di Stato

Omaggio: bambini da 0 a 6 anni, guide turistiche, accompagnatori di disabili; giornalisti accreditati; possessori Abbonamenti Musei Lombardia Milano

Visite guidate (adulti): € 110,00 + biglietto ingresso

Visite guidate scuole: € 80,00 + biglietto ingresso

Visite guidate (adulti inglese): 130,00€ + biglietto

 

PER INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI VISITE GUIDATE:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.