WORLD PISTACHIO DAY: TUTTI PAZZI PER IL SUPERFOOD VERDE!

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Enogastronomia
Pubblicato 23 Febbraio 2018
Stampa

Lunedì 26 febbraio si festeggiano le virtù del pistacchio in tutto il mondo

Buono, bello e salutare .. non poteva non avere il suo momento! Lunedì 26 febbraio è il World Pistachio Day, la Giornata in cui in tutto il mondo si celebra il sapore unico del pistacchio, il più verde dei superfood dai mille benefici per la salute!

American Pistachio Growers lo festeggia con il lancio di tre nuovi studi condotti in USA e Francia che lo eleggono anche snack da ufficio!  

Mettere un freno alla distrazione e alla fame in ufficio potrebbe dipendere infatti dallo snack giusto. Uno studio della Loma Linda University e un’indagine condotta dall’istituto di ricerca Focus Vision negli USA suggeriscono che uno spuntino a base di pistacchi può stimolare le capacità intellettuali e aumentare i livelli di concentrazione a lavoro.

E non solo: a chi ha paura che la frutta secca sia troppo calorica, una ricerca francese dell’Institut Paul Bocuse di Lione risponde che aggiungere i “frutti verdi” alla propria dieta difficilmente comporta un aumento di peso, mentre invece potrebbe favorire l’acquisizione di importanti nutrienti dei quali si è carenti.  

I pistacchi hanno aiutato in ufficio a mantenere la concentrazione fino a ora di pranzo.

Nell’indagine della Focus Vision, 1.000 persone con un lavoro sedentario tipicamente da ufficio hanno saltato la prima colazione e hanno consumato uno snack a base di pistacchi da 42 g (circa 1 porzione e ½) tra le 9 e le 11 di mattina. Circa il 92% dei partecipanti aveva precedentemente dichiarato di essere distratto dalle proprie mansioni lavorative a causa della fame che li aveva colpiti prima della pausa pranzo.  L’80% di loro, inoltre, aveva affermato di essere affamato la mattina prima di pranzo e di pensare al cibo molto spesso o addirittura ogni giorno.  

Lo snack a base di pistacchi di metà mattina si è dimostrato lo spuntino perfetto di cui avevano bisogno per concentrarsi di più durante la mattina. Il 92% dei partecipanti ha constatato come i frutti verdi li avessero aiutati a concentrarsi a lavoro come ipotizzato dallo studio, “in qualche modo o fortemente”.   

Questo non sorprende affatto, secondo il Dr. Mike Roussell, esperto di nutrizione e consulente per le riviste Men’s Health e SELF. “Saltare la prima colazione non è mai una buona idea, e anche con una buona colazione e un pranzo adeguato, gli stimoli della fame e l’appetito causato dallo stress possono essere fonte di distrazione, portando a cattive abitudini come il consumo di snack sbagliati.”

Il Dr. Roussell ha poi continuato, “I pistacchi sono uno snack ideale per metà mattina o metà pomeriggio perché contengono un pacchetto di nutrienti unico che non solo porta a sensazioni di sazietà e soddisfazione ma, come mostrano dei nuovi studi, anche a un benessere mentale e a una maggiore concentrazione nel lavoro. Per non parlare poi del fatto che i pistacchi sono uno snack salutare che tutti gustano volentieri”.

Sempre di più, coloro che fanno lavori sedentari negli uffici sono alla ricerca di snack alternativi che siano salutari e sostitutivi delle classiche merendine o dei soliti prodotti dei distributori automatici. Il 90% dei partecipanti all’indagine ha affermato di credere nel fatto che uno snack a base di pistacchi sia più salutare di altri snack. La ricerca ha coinvolto lavoratori delle zone del Northeast, del South, del Midwest e del Western degli Stati Uniti che mangiano snack alla scrivania due o più volte alla settimana a metà mattina. 

I pistacchi possono avere un ruolo in un migliore funzionamento delle funzioni cerebrali

La concentrazione e il successo della giornata lavorativa cominciano da un sonno rilassato durante la notte precedente. I ricercatori della Loma Linda University (LLU) hanno scoperto che mangiare frutta secca regolarmente migliora le frequenze cerebrali associate alla conoscenza, all’apprendimento, alla memoria, al ricordo e ad altre funzioni chiave del cervello. Nonostante la ricerca abbia studiato gli effetti di frutta secca varia, i pistacchi hanno prodotto la miglior risposta a livello di gamma di frequenze cerebrali, provocando lo stimolo di quelle che migliorano il processo cognitivo, e che favoriscono la conservazione delle informazioni, l’apprendimento e la percezione.

Sono stati effettuati degli elettroencefalogrammi (EEG) per misurare la forza dei segnali delle frequenze cerebrali. La banda delle frequenze è stata poi registrata da nove regioni diverse del cranio ognuna associata a una diversa funzione della corteccia cerebrale, come hanno spiegato i ricercatori. 

 “Questo studio fornisce risultati significativi dimostrando che la frutta secca è ottima tanto per il cervello quanto per il resto del corpo”, ha spiegato il ricercatore principale dello studio, Lee Berk, DrPH, MPH, socio associato per la ricerca alla LLU School of Allied Helth Professions, in un’intervista pubblicata nel numero di novembre 2017 della rivista della LLU, TODAY. Un estratto dello studio[2] è stato presentato in occasione dell’Experimental Biology 2017 a San Diego, California, e pubblicato nel FASEB Journal.

Uno snack quotidiano per mantenere un girovita snello e assumere i giusti nutrienti 

Chiunque cerchi uno snack che sazi, che offra un apporto nutritivo sano, ma che non porti a un aumento di peso indesiderato, potrebbe trovare ciò che cerca nei pistacchi.  La conferma arriva da un recente studio[3] condotto dall’ Institut Paul Bocuse a Lione, capitale culinaria della Francia.

Durante un periodo di quattro settimane, un campione di donne francesi è stato diviso in due gruppi, un gruppo ha mangiato come snack un biscotto proteinico – venduto come snack salutare-  mentre il secondo gruppo ha consumato dei pistacchi tostati (provenienti dalla California). Gli snack erano equivalenti per contenuto di calorie e proteine. È importante osservare che gli snack (di circa 315 calorie ciascuno) sono stati aggiunti all’abituale dieta quotidiana. I consumi alimentari sono stati registrati dalle partecipanti e le misurazioni antropometriche (come il peso e la circonferenza del girovita) sono state rilevate alla quarta settimana.  

Mentre il peso delle partecipanti non è variato in nessuno dei due gruppi, il gruppo dei pistacchi ha avuto la tendenza a ridurre il girovita dopo quattro settimane. Le misurazioni della massa grassa corporea sono rimaste stabili nel gruppo che ha mangiato lo snack a base di pistacchi, ma sono cresciute leggermente nel gruppo di controllo. A differenza di coloro che hanno mangiato il “salutare biscotto proteinico”, chi ha invece mangiato i pistacchi per quattro settimane ha aumentato il consumo di nutrienti importanti sia per le donne che per gli uomini, come ad esempio la tiamina, la vitamina B6, il rame ed il potassio. 

La ricerca sui dipendenti negli uffici e gli studi sui benefici per la salute si vanno ad aggiungere a una corposa letteratura sui pistacchi, e provano che i pistacchi hanno tutte le caratteristiche adatte per essere lo snack ideale. L’indagine è stata condotta da Focus Vision e supportata da American Pistachio Growers, un’associazione no-profit che rappresenta più di 825 membri nell’Ovest dell’America. I pistacchi utilizzati nello studio sono stati coltivati negli USA. Anche lo studio dell’Institut Paul Bocuse è stato supportato dall’American Pistachio Growers e da una sovvenzione dal Dipartimento di Agricoltura degli Stati Uniti d’America. Nessuna delle risorse finanziare ha avuto un ruolo nella raccolta, nell’analisi o nell’interpretazione dei dati. La ricerca della Loma Linda University è stata una ricerca indipendente non sovvenzionata da American Pistachio Growers. 

www.americanpistachios.it

Tags: WORLD PISTACHIO DAY: TUTTI PAZZI PER IL SUPERFOOD VERDE!