Il nuovo

concetto

di attualità

TamTamNews
SCOPRIMILANO
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Cultura Spettacoli Locali
Pubblicato 29 Giugno 2018
Stampa

 

Prosegue con un’ottima partecipazione di pubblico il Crema Film Festival che giunge alle due giornate conclusive con un programma intenso da vivere fuori e dentro lo schermo.

Tra gli appuntamenti di sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, un tour in bicicletta sulle tracce di Call Me by Your Name, una festa anni ’80 e una serata speciale a conclusione della retrospettiva dedicata al grande maestro Ermanno Olmi.

Di seguito i dettagli delle due giornate:
Sabato 30 giugno
Una giornata quasi interamente dedicata al film “Call Me by Your Name”.
Grazie alla collaborazione con l'Associazione Rinascimenti è possibile affittare delle biciclette ed essere accompagnati in un tour alla ricerca dei luoghi più celebri del film. Si può prenotare la bicicletta per mezza giornata o per la giornata intera. I tour partono da Piazza Trento e Trieste (Crema) e ci sono due possibili percorsi:
MATTINO
Ore 9.30: partenza per il Laghetto dei Riflessi e per i Fontanili (rientro verso le ore 13.00)
Ore 10.00: partenza per la Villa Albergoni di Moscazzano (rientro verso le ore 13.00)
POMERIGGIO
Ore 14.30: partenza per il Laghetto dei Riflessi e per i Fontanili (rientro verso le ore 18.30)
Ore 15.00: partenza per la Villa Albergoni di Moscazzano (rientro verso le ore 18.30)

Info e prenotazioni: www.cremafilmfestival.it

Alle ore 19.00, Piazza Duomo si animerà con un Aperitivo in Jazz grazie ai Forest Light, il giovane gruppo musicale composto da Marta Arpini - voce, composizioni, Eduardo Cardinho - vibrafono, Massimo Imperatore - chitarra, Mauro Cottone - contrabbasso, Giacomo Camilletti - batteria.
A seguire, alle ore 21.30, sarà il momento della proiezione del film che ha ottenuto 4 nomination agli Oscar e vinto 1 Premio Oscar per la migliore sceneggiatura non originale “Call Me by Your Name” di Luca Guadagnino.

Alle ore 23.00 il festival si trasferisce al Circolo Arci di San Bernardino per il party anni ’80 sul set del film. L’abbigliamento anni ‘80 sarà d’obbligo e non saranno tralasciati i particolari: i cocktail dell’epoca, il dj con vinile che già suonava in quegli anni e che ha vissuto di persona quella particolare energia.


Domenica 1 luglio
Alle ore 19.00, in Piazza Duomo, l’appuntamento è con il complesso EM.KUS Jazz Quartet composto da Jossy Botte - sax, Davide Coppo - chitarra, Stefano Zambon – contrabbasso e Luca Bongiovanni – batteria per un Aperitivo in jazz.

Il festival, che giunge con domenica alla sua giornata conclusiva, rende omaggio a uno dei più importanti registi della nostra epoca, Ermanno Olmi.
Alle ore 21.00, le attrici protagoniste di due opere del regista, Jun Ichikawa di “Cantando dietro i paraventi” e Anna Canzi di “I fidanzati”, incontreranno il pubblico. Sul palco sarà presente anche Paolo Fresu, che ha composto le musiche di “vedete, sono uno di voi”, “Centochiodi” e “Torneranno i prati” - solo per citarne alcuni - che regalerà al pubblico un momento musicale prima della proiezione del film “L’albero degli zoccoli”.
Introdurrà il film e condurrà gli incontri il giornalista e critico cinematografico Franco Dassisti, voce di cinema di Radio 24 (La rosa purpurea).
Alle ore 21.30, Piazza Duomo, in occasione del 40° anniversario del film, inizierà la proiezione di “L’albero degli zoccoli”.