Il nuovo

concetto

di attualità

SCOPRIMILANO
TamTamNews
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 13 Settembre 2018
Stampa

Clima ancora piacevolmente estivo, la dolcezza di settembre a Parigi vuol dire godersi gli ultimi giorni d’estate e il primo autunno in una città magica e piena di sorprese..

 

-Se amate la musica, il teatro, la danza, il cinema, i festival non mancano. Tra i molti, segnaliamo La Plage de Glazart, che fino al 29 settembre propone nella sala di concerti Le Glazart (7-15 av. de la Porte de la Villette),  un rendez-vous dall’atmosfera di ultimo scampolo di vacanze al mare. Sdraio, sabbia, gare di pétanque e foodtrucks per serate clubbing all’aperto e concerti gratuiti  con artisti del calibro di Corine, Mandar, Philou Louzolo,Terrence Parker,The Souljazz Orchestra.

 

-Comincia il 10 settembre e proseguirà fino al 13 febbraio 2019 il  Festival d’Autunno a Parigi, pluridisciplinare, nato nel 1972: teatro, danza, musica, cinema, arti plastiche  in 42 location della città e della regione parigina con grandi artisti come Claude Vivier,  Anne Thérésa De Keersmaeker  Sylvain Creuzevault, Pierre-Yves Macé, Noé Soulier, Julien Gosselin ..

E-anticipazione da segnalare in agenda, a novembre alla Villette è di scena il Pitchfork Music Festival,  rendez-vous imperdible per la musica indie! In programma quest’anno The National, Run the Jewels, The Blaze, SYlvan Esso, Jungle, Badbadbotgood, Polo & Pan... 3 giorni, dal 1° al 3 novembre, alla Grande Halle de La Villette , da non perdere! (pitchforkmusicfestival.fr)

 

-Preferite degustare un buon vino? Ecco una cantina speciale: le Caves du Louvre, cantine del ‘700 proprio accanto al museo, 600m2 per un percorso sensoriale con degustazione finale, il tutto anche in italiano,  da 19€

 

-Esperienza food insolita la visita al gran mercato all’ingrosso di Rungis. Bisogna essere mattinieri però: si parte alle 4 del mattino in bus da Parigi, visita fino alle 7.30, poi colazione in una brasserie del mercato e ritorno

 

- Per qualcosa di più tranquillo e molto goloso, un tour delle pasticcerie eccellenti della capitale . Ecco 5 nomi esclusivi da non perdere :

Christophe Michalak, già campione del mondo di pasticceria, crea dolci originali che cambiano ad ogni stagione.

http://christophemichalak.com/ 

Pierre Hermé è il re del macaron e i suoi dolci sono un invito al viaggio, una scoperta di sapori. https://www.pierreherme.com/ 

Yann Couvreur, chef pasticcere dei più grandi Palace dell’Ile de France, ha aperto la sua prima pasticceria a Parigi nel 2016. Dolci firmati in edizione limitata  ogni giorno. https://yanncouvreur.com/ 

Cédric Grolet, lo chef pasticcere del Palace Le Meurice, è stato eletto Miglior Chef pasticcere di ristorante del mondo. Boutique accanto all’hôtel, al n. 6 di rue de Castiglione  https://www.instagram.com/cedricgrolet/

Cyril Lignac, mediatico chef, segue le stagioni nei suoi dolci, un cult l’Equinoxe, caramello, speculoos e vaniglia, http://www.gourmand-croquant.com/ 

 

-Per vivere la città comodo il Paris Pass Lib’: crociere sulla Senna, bus turistico, musei, Tour Eiffel, e tutti i trasporti pubblici illimitati: per 2,3 o 5 giorni, a partire da 40€. E con il Paris Museum Pass accesso illimitato per 3,4 o 6 giorni a oltre 50 luoghi culturali e tutti i grandi musei,  da 48€

 

Tutte le informazioni su www.parisinfo.com