LA THUILE, IL LATO WILD DEL MONTE BIANCO. WELLBEING ATTIVO IN ALTA QUOTA

Percorsi di trekking nell’antica storia tra leggendarie miniere e il mitico Cromlech a La Thuile, in Valle d’Aosta. 

Quando si arriva a La Thuile, in Valle d’Aosta, ciò che cattura immediatamente l’attenzione è la natura nella sua immensa purezza, con i suoi grandi spazi, i suoi vivaci contrasti di colore, i fitti boschi di conifere, le cime della catena del Monte Bianco che svettano da qualsiasi prospettiva e l’iconico massiccio del Rutor che, con il suo esteso ghiacciaio, sorveglia la vallata.  

La Thuile è uno di quei posti dove è bello sentirsi liberi e lasciarsi abbracciare dall’energia della montagna, ritrovare tempo per sé stessi, arricchirsi di emozioni e rigenerare corpo e spirito. Siamo in Valdigne, nel nord ovest della Valle d’Aosta, a 1.441 m di altitudine, a pochi chilometri dall’uscita dell’autostrada, vicino alle grandi città del nord Italia e a Francia e Svizzera tramite il traforo del Monte Bianco, ma lontani quanto basta per dimenticare la frenesia della vita quotidiana, in un contesto dove lo sviluppo turistico è sempre più sostenibile e socialmente responsabile.  

Con i suoi 791 abitanti distribuiti in 11 frazioni e la sua densità di poco più di 6 abitanti per kmq, il paese concede a tutti ampi spazi e la riconnessione con una natura forte e potente che diventa elemento energizzante per un upgrade personale sia in termini di benessere psico fisico sia di performance. 

La località valdostana che da sempre esprime la sua vocazione sportiva, ospitando eventi di rilievo internazionale sia nell’ambito dello sci sia della mountain bike, si propone come un villaggio energizzante a cielo aperto, con tanto di programmi progettati su misura per le diverse tipologie di viaggiatore.  In questo modo La Thuile ridefinisce lo spazio della vacanza montana, trasformandolo in una bolla energizzante per l’ospite che desidera compensare lo stress del lavoro con un’attività fisica, per le mamme in cerca di relax ed aree aperte e sicure per i bambini, per chi sceglie la vacanza attiva o semplicemente desidera abbandonare corpo e mente a una rigenerazione totale.  

Per ogni persona che sia con la famiglia, con il partner o con gli amici, questa montagna maestosa, questa natura selvaggia, il silenzio, la luce e i colori di questi luoghi ispirano, potenziano e curano e sono pagine nuove che si aprono nella vita di ogni ospite. La Thuile, il lato wild del Monte Bianco.           

Ciò che sempre più spesso si cerca in una vacanza è riconnettersi con se stessi, disintossicarsi dal quotidiano, vivere momenti fuori dallo spazio e dal tempo, immergendosi completamente nell’habitat del luogo. A La Thuile sono molti i percorsi di trekking, alcuni più conosciuti altri meno battuti ma tutti egualmente immersi negli ambienti puri e silenziosi di una montagna volutamente poco antropomorfizzata. Una montagna potente la cui energia diventa linfa per disintossicarsi dai ritmi imposti dalla vita metropolitana e recuperare benessere psicofisico. 

A La Thuile, infatti, basta lasciarsi guidare dai profumi, dai colori e dalla magia della natura per sentirsi bene, ritrovare i propri tempi, ridurre le tensioni e recuperare le energie per una totale rigenerazione di corpo e mente. Camminare nel silenzio dei boschi del Promise, distendersi negli immensi prati che circondano il paese, sentirsi liberi nella vastità del Petosan, immergersi nella storia al Colle del Piccolo San Bernardo, ascoltare il fruscio del vento man mano che si sale in alta quota, sentire il respiro della terra, scoprire i segreti che nascondono fiori, erbe e frutti di montagna, ognuno può scegliere il proprio modo per entrare in sintonia con la natura e portarsi a casa una personale esperienza di benessere.

Il WILD TREKKING è l’opportunità che offre La Thuile per ricaricare il corpo e liberare la mente, purificarsi e ritrovare energia e forma fisica camminando nella natura selvaggia. 52 percorsi, dalle facili camminate per tutti fino ai long trekking per i più allenati, oppure giornate di trekking guidate da esperti naturalisti, o esplorazioni fotografiche in compagnia di un fotografo e divulgatore ambientale, permettono di godere al massimo della natura potente di La Thuile, nutrire il corpo ma anche la mente.   

Prendendo la cartina dei sentieri di La Thuile c’è solo l’imbarazzo della scelta. Da una parte i valloni di Youlaz, Orgères, Chavannes e Breuil verdi, selvaggi, preziosi da un punto di vista geologico e ricchi di testimonianze storiche, quando si arriva in sommità regalano un affaccio privilegiato sulla catena del Monte Bianco. Dall’altra i sentieri che portano verso la zona del Rutor con le sue impetuose e spettacolari cascate, i laghi di Bellacomba, il lago Verde e il lago Grigio e il rifugio Deffeyes partenza per la più impegnativa escursione verso il ghiacciaio del Rutor, il sesto in Italia per estensione. Escursione riservata ai più esperti, meglio se fatta con la guida alpina. 

Puntando invece verso il Colle del Piccolo San Bernardo si raggiunge il Lago Verney (dove si può praticare la pesca sportiva “no kill”), il più vasto specchio lacustre naturale della Valle d’Aosta che si trova a 2.088 m di altitudine, oppure procedere verso l'area archeologica proprio nella zona di confine tra Italia e Francia, dove si trova un Cromlech (di epoca Preceltica 3000 a.C.), un cerchio di 46 pietre e settantadue metri di diametro che probabilmente racchiudeva un dolmen e nell’antichità era considerato un luogo di culto molto importante.        

E sempre nella stessa zona si possono vedere i resti di un tempietto gallico e di due “Mansiones” dell’epoca romana oltre all’Ospizio fondato nell’XI secolo da San Bernardo di Montjou, rimasto attivo come casa ospitaliera fino alla Seconda Guerra Mondiale. Oggi la struttura ospita l’Ufficio Internazionale di Informazioni Turistiche e il Museo della Storia del Colle, della Valdigne e della Savoia. In questa zona di immensi prati verdeggianti, già in territorio francese, l’abate Pierre Chanoux, sacerdote con la passione per l’alpinismo, diede vita nel 1897 al Giardino Botanico Chanousia con l’obiettivo di far conoscere la bellezza e la rarità della flora alpina. Questo giardino botanico, il più alto d’Europa, visitabile da luglio a settembre, ospita più di 1000 piante alpine. Nei percorsi tra i fiori ognuno può provare un'esperienza sensoriale unica.   

Esattamente dalla parte opposta del Colle del Piccolo San Bernardo ci sono bellissime passeggiate anche verso il Colle San Carlo dove, tra i boschi di conifere sono custoditi i resti (visitabili) di un ricco patrimonio minerario. Localizzate in luoghi molto panoramici, le miniere furono per anni, fonte di ricchezza per il paese e parte integrante della sua storia e di quella dei suoi abitanti.  

Per le famiglie, invece, anche passeggiate rilassanti come quella che conduce in quindici minuti al Belvedere di Arpy, una balconata da cui ammirare la catena del Monte Bianco oppure quella che porta al lago di Arpy.

Le fortificazioni, che si possono facilmente vedere percorrendo i sentieri che dal paese portano in quota -che si vada verso il Colle del Piccolo San Bernardo oppure verso il Colle San Carlo-, testimoniano che, in epoca sabauda La Thuile fu un importante baluardo contro le invasioni che arrivavano dalla Francia, mentre i bunker sono lì a ricordare le cruente battaglie della seconda guerra Mondiale.

L’ALLENAMENTO NON FINISCE MAI CON IL FITNESS TRAIL

Immersi nei boschi e nei prati di La Thuile, nei colori e nei suoni di una montagna selvaggia, gli ospiti possono fare il loro allenamento personalizzato in libertà, seguire il percorso vita o svolgere attività specifiche di ginnastica, yoga e pilates con esperti personal trainer.  

BENESSERE IN ALTA QUOTA SIGNIFICA ANCHE RELAX IN UNA SPA, UN TUFFO IN PISCINA, LE TERME E MUSICA ALL’APERTO

A La Thuile ci si può abbandonare al piacere di un rigenerante percorso SPA o di un energizzante tuffo sia nelle piscine coperte sia in quella scoperta in alta quota in zona Les Suches. Esperienze che ritemprano corpo e spirito in strutture immerse in questa montagna straordinaria.

In paese Montana Lodge & SPA, un centro benessere collocato all’interno dell’omonimo hotel a 5 stelle, offre sia agli ospiti dell’albergo sia agli esterni, tutti gli elementi necessari per un’esperienza olistica senza stress, con le sue 6 sale per trattamenti, la sauna, la private SPA e la piscina coperta con grandi vetrate che permettono la meravigliosa vista sul Grand Assaly e il ghiacciaio del Rutor. Dal 2 al 5 luglio l’hotel Montana Lodge organizza un weekend dedicato allo Yoga e al fitness per rilassarsi e ritrovare l’equilibrio tra corpo, mente e spirito. Un’attività pensata anche per i bambini con una serie di attività proprio per loro.

Il relax continua nell’incantevole Le M Club dell’Hotel Miramonti****, un luogo con piscina dotata di attrezzi per ginnastica in acqua, con angolo idromassaggio. Inoltre anche sauna, bagno turco, doccia emozionale e area relax con tisaneria.  

A 2.000 metri, circondata da immensi prati e dalla sontuosità delle montagne, si trova la nuovissima area Wellness & Relax SPA dell’hotel Re delle Alpi**** dove la SPA experience è resa ancor più emozionante grazie allo splendido panorama sulla vallata e sulle vette delle Alpi circostanti che si può godere dalle ampie vetrate. Il Re delle Alpi offre piscina, sauna, bagno turco, cascate di ghiaccio, percorso Kneipp, massaggi e un’area relax.  

A pochi chilometri da La Thuile, anche le Terme di Pré Saint Didier che con le calde acque che sgorgano ai piedi del Monte Bianco sono un’ideale soluzione per rigenerare il corpo e la mente. Un percorso con oltre quaranta pratiche di benessere, in dolce armonia con la natura e tre piscine termali all’aperto, circondate da una verde vallata con l’incomparabile vista sul massiccio del Monte Bianco. 

La piscina scoperta riscaldata di La Thuile, invece, si trova in quota a 2.088 metri, in località Les Suches e si può raggiungere dal paese sia con la seggiovia Bosco Express, sia a piedi salendo attraverso un facile sentiero ombreggiato nel bosco.  

Anche la musica è piacere per la mente e lo spirito, il 24 luglio, nei prati di La Joux si terrà il concerto all’aperto di Francesca Michielin che chiude l’edizione 2021 di Musicastelle Outdoor.

BENESSERE PER GLI AMICI A 4 ZAMPE

Per il divertimento e il benessere degli amici a 4 zampe La Thuile propone la nuovissima area di Agility nella zona del Faubourg. Uno spazio verde protetto, a libero accesso, strutturato con percorsi per far sgambare i cani e dotato di fontanella e distributore di sacchetti per tenere pulito il prato.

AL GALOPPO NELLA NATURA

Andare a cavallo è già per se stessa un’attività che regala una forte sensazione di libertà. A La Thuile questa sensazione si amplifica grazie agli splendidi scenari naturali nei quali si può praticare la disciplina. Nei boschi nella zona di Entreves e nei percorsi lungo il fiume al Promise per fare pratica, nelle valli più aperte come quella di Petosan per andare al galoppo, a La Thuile, l’esperienza a cavallo regala una completa simbiosi con la natura. Il centro equestre LTHorses di La Thuile si trova a 1.450 m di altitudine, nella zona delle Funivie, punto di partenza ideale per passeggiate e trekking in alta quota. Le strutture (box, paddock, selleria, reception, campo) sono situate in un’area selvaggia e suggestiva ma allo stesso tempo comodamente raggiungibile. A pochi metri dal maneggio si trova un ampio parcheggio, bar, ristorante e un’area picnic attrezzata.

Per informazioni turistiche: Consorzio Operatori Turistici La Thuile – www.lathuile.it