NATALE CON GLI AGNOLOTTI AL BRASATO FIRMATI DA DIEGO BONGIOVANNI

Il Piemonte è un vero paradiso per buongustai, che si tratti di vino, di prodotti o preparazioni tradizionali. E il pranzo natalizio piemontese è veramente sontuoso. Per onorare un pranzo di Natale in questa regione non possono mancare una serie di antipasti come l’insalata russa, le acciughe al verde, il vitello tonnato e i peperoni con la bagna cauda… poi un sontuoso primo, gettonatissimi gli Agnolotti, e un importante secondo spesso il Gran Bollito Misto, che nonostante diverse ricette regionali, nasce in realtà in Piemonte. Sette tagli di carni (cappone, testina, caramella, tenerone, lingua, coda e cotechino), cotte in quattro pentole differenti e uniti solo alla fine, serviti rigorosamente con le salse, tra cui il "bagnett ross", quello "verd" e la salsa al cren, ossia di rafano.

E poichè sta iniziando il conto alla rovescia per pranzo di Natale ecco una goduriosa ricetta firmata dallo Chef astigiano Diego Bongiovanni, un cuoco da show, presenza fissa per tanti anni in Rai, alla “Prova del Cuoco”, grazie alle sue qualità innate, come il carisma, il sorriso, la semplicità e la grande preparazione nell’ambito della cucina e dei vari prodotti.

 

Agnolotti al brasato

Ingredienti x 1 persona

- Per la pasta:

200g di farina

4 tuorli d’uovo

- Per il brasato (ripieno):

500g di arrosto della vena (vitello piemontese)

1 carota

1 gambo di sedano

1 cipolla bionda

1 spicchio di aglio

375 ml di Barolo

1 foglia di alloro

1 foglia di salvia

Sale

Chiodi di garofano

Bacche di ginepro

Olio extra vergine di oliva

- Per il ripieno:

300g di brasato (dalla cottura precedente)

1 uovo

100g di grana padano

Procedimento:

Disponiamo la farina a fontana, all’interno mettiamo i tuorli d’uovo e mescoliamo bene il tutto fino a rendere l’impasto liscio ed elastico. Facciamo riposare l’impasto avvolto nella pellicola per almeno 30 minuti.

Prepariamo il ripieno: facciamo una mirepois di cipolla, sedano e carote; scaldiamo bene una pentola, mettiamo un filo di olio e rosoliamo la carne per tutti i lati.

Uniamo le verdure, l’aglio in camicia e rosoliamo bene il tutto. Bagniamo con il Barolo e cuociamo per almeno 2 ore a fuoco molto basso. Lasciamo raffreddare la carne e teniamo la salsa in pentola.

Passiamo la carne ormai fredda al tritacarne e mettiamola in una ciotola. Aggiungiamo il grana, l’uovo e mescoliamo bene. Con la sfogliatrice stendiamo sottilissima la pasta, facciamo delle piccole nocciole di impasto e farciamo la sfoglia ad intervalli regolari; chiudiamo la pasta su se stessa, ricaviamo gli agnolotti dando il pizzicotto per recare la forma di “plin”; tagliamo con la rotella la pasta in eccesso. Cuociamo i ravioli in abbondante acqua salata e condiamola con la salsa del brasato passata ad un colino è impreziosita dal burro.

 

Vi consigliamo di "annaffiarli" con Dogliotti Barbera d’Asti docg 2016, un vino ideale per accompagna l’intero pasto, ma soprattutto ad hoc con salumi e con i piatti tradizionali della cucina piemontese, nato nella bella realtà di Castagnole delle Lanze, le Cantine Dogliotti, appunto, un’azienda a conduzione familiare con una grande storia alle spalle, arrivata oggi alla quinta generazione.

Se lo volete incontrare lo chef, l'appuntamento con Diego Bongiovanni, nel periodo dell'Avvento, è al Festival del Cibo del Magico Paese di Natale nelle Terre Unesco dove con un format divertente e colorato, il Cooking Christmas Show, da fare con tutta la famiglia, diffonde, attraverso il divertimento, la cultura del cibo dell’alimentazione.
Protagoniste saranno le ricette del Natale, che vedranno fronteggiarsi le squadre in gara (formate dal pubblico che avrà prenotato la sua partecipazione al festival sul sito

https://magicopaesedinatale.com/eventi/il-festival-del-cibo-le-ricette-del-natalein-famiglia-2021/

Al termine del gioco, la squadra che avrà totalizzato più punti sarà quella vincitrice.
Il Cooking Christmas Show si svolge fino al 18 Dicembre, tutti i sabati e le domeniche a Govone, presso la Serra del Castello, in P.zza Vittorio Emanuele. (orari: Domenica 11.00 – 14.30 – 16.30 – Sabato 14.30 – 16.30 Durata dell’attività: 1 ora).

Il costo del biglietto è di 16€ per nucleo famigliare (fino ad un massimo di 4 persone).