LASAGNE ALLA NAPOLETANA

Una ricetta che è un vero tripudio di gusto: ragù, polpettine, ricotta, uova e provola…….

La sua storia, come tutti i grandi piatti della tradizione, ha origini antiche e controverse. Nel caso della lasagna, piatto da sempre conteso tra Bologna e Napoli, risaliamo addirittura all’antica Roma: pare che allora esistesse tale Laganon, sfoglia di pasta talvolta intervallata da strati di carne.

Nel XVI secolo la ricetta approdò in Emilia Romagna dove fu condita di formaggio e la pasta all’uovo prese il posto delle sfoglie di grano. Poco dopo arrivo in quello che oggi è il capoluogo partenopeo. Qui Ferdinando II di Borbone fu addirittura ribattezzato “Re Lasagna” per la sua passione smodata per questo piatto.

INGREDIENTI
Quantità per una teglia rettangolare 30 cm x 18 cm

Per il ripieno
300 gr di sfoglie per Lasagne (1 dose di pasta all’uovo) oppure 700 gr Lasagna riccia di semola
400 gr di provola fresca o mozzarella perfettamente sgocciolata
450 gr di ricotta fresca perfettamente sgocciolata
3 uova sode
5-6 cucchiai di grana padano
sale

Per il ragù
1 cipolla grande
6 cucchiai di olio extravergine
250 gr di carne di maiale tritata (oppure 150 gr di costine di maiale, 1 salsiccia “cervellatina”, 200 gr di muscolo di manzo)
700 ml di passata di pomodoro
1/2 bicchiere di vino bianco secco (facoltativo)
1 bicchiere d’acqua
sale

Per le polpettine
300 gr di carne di maiale tritata
3 cucchiai di grana padano
30 gr di pan bauletto oppure mollica di pane finemente sbriciolati
1 uovo
sale
pepe
500 ml di olio di semi di arachidi o girasole

PREPARAZIONE
La prima cosa che occorre fare è il ragù, che spesso viene preparato addirittura il giorno prima. Per realizzarlo occorre far rosolare la carne di maiale (e manzo, volendo) con un trito di cipolla, sfumare con il vino e aggiungere poi il sugo di pomodoro. Una volta cotto, separare la carne dal sugo e mescolare a quest’ultimo un po’ di ricotta.

Vanno poi preparate le polpette, realizzando un impasto a base di carne macinata, uova, pane, sale e parmigiano che verrà poi fritto sotto forma di palline.

Cuocere infine le uova sode e le sfoglie di lasagna separatamente in due pentole di acqua bollente.

A questo punto non resta che assemblare i vari livelli alternando la sfoglia con strati di sugo e ricotta, pezzetti di uova e fior di latte (o provola), polpettine e pecorino. Terminare con uno strato di sfoglia ricoperta da sugo al pomodoro e formaggio pecorino e infornare per circa mezz’ora.

 

facebooktwitterinsta

gloria

Il nuovo
concetto
di attualità

scopri