TENUTA MOSÈ, PAROLA D’ORDINE: RIGENERARSI

Se è vero che la parola d’ordine per la prossima stagione estiva è rigenerarsi raggiungendo destinazioni italiane immerse in ampi spazi verdi e rispettose del territorio, Tenuta Mosè soddisfa pienamente questa esigenza offrendo agli ospiti anche un tocco di accogliente charme.

Tenuta Mosè, a pochi passi da Gallipoli e Lecce, è circondata da vigneti e uliveti millenari che producono vino e pregiato olio EVO biologico per gli ospiti, e comprende anche una giovane azienda agricola che, tra i vari progetti, persegue l’obiettivo di recuperare l’antica specie vitivinicola autoctona del Fiano pugliese.

Questo luogo magico concilia perfettamente lo charme discreto con l’autenticità che è la sensazione che trasmette fin dal primo momento, e rappresenta il luogo ideale dove rilassarsi e al contempo recuperare energia positiva.

L’attenta e rispettosa ristrutturazione ha permesso di riscoprire i colori e le atmosfere tipicamente mediterranee della settecentesca Villa Costa - risalente al XVII secolo -, divenuta un’oasi di relax immersa nei toni e nei profumi della campagna salentina.

La Villa ospita sei suite di diverse dimensioni  - dai 38 ai 50 mq. -: quattro ubicate al piano terra, caratterizzate da un gusto neoclassico-eclettico, ciascuna con piscina interna privata e affaccio sul rigoglioso giardino dove imponenti colonnati accompagnano alla maestosa piscina esterna e all’antico pensatoio inebriati dai profumi di oltre trenta specie floreali ed altrettante essenze arboree.

Al primo piano si trovano le due penthouse: dallo stile essenziale, con predominanza di toni chiari e tessuti che privilegiano le fibre naturali, sono dotate di piscina esterna e solarium con una vista mozzafiato.

A pochi passi dalla Villa troviamo Masseria Caracciolo - oggetto di una recente ristrutturazione che a breve darà vita a ulteriori sette esclusive suite e quattro piscine esterne - e l’annessa Casa Colonica, un tempo residenza dei contadini impiegati nella cura e coltivazione dei campi.

Per coccole all’insegna del benessere la Suite SPA “Le Cariti” si distingue per i numerosi percorsi all’insegna della purificazione e della rigenerazione. Imperdibile il massaggio effettuato utilizzando oli caldi ed essenze profumate che stimolano la circolazione e l’equilibrio nervoso favorendo un benessere psico-fisico totale.

Per gli uomini, vale la pena provare il rito della rasatura secondo antichi ed esperti gesti. 

Per i piaceri del palato ecco l’orto-giardino che offre i prodotti biologici alla base delle proposte del raffinato e bucolico ristorante panoramico “Il Petrosino” condotto dalla coppia – in cucina e nella vita – formata da Angelo Motolese e Jennifer Bianchi: un viaggio gourmet tra i piatti tipici del territorio opportunamente rivisitati per dar luogo a un mix del tutto particolare tra il tradizionale calore delle case di Puglia e un tocco di contaminazione contemporanea come confermato da “Guancia di vitello, salsa al primitivo, verdure dell'orto di Tenuta Mosè in agrodolce”.

Dopo cena, piacevole conversare in giardino o ritrovarsi alla Club House per sorseggiare un’ottima selezione di distillati accompagnati dalle seducenti note di un vecchio grammofono, e godersi tutti, ma proprio tutti, i momenti di un viaggio quanto mai desiderato.

Non mancano le opportunità per insolite escursioni come quella alla scoperta del “Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento”, che si estende per 1600 ettari e 12 chilometri lungo la costa tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, a meno di mezz’ora da Tenuta Mosè: itinerari diversi tra pineta, macchia mediterranea, dune costiere e sabbia dorata.

Un percorso mozzafiato è quello che porta alla Specchia del Corno, con la roccia che domina su speroni, gradoni, gravine e la folta vegetazione che invade crinali e gole.

Altrettanto interessanti gli itinerari gourmet alla scoperta dei formaggi, della pasta fatta in casa, dei salumi di Martina Franca, delle birre artigianali, del caffè torrefatto al momento e dei numerosi Presidi Slow Food.