Il nuovo

concetto

di attualità

Archivio 2011

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Sport
Pubblicato 04 Novembre 2011
Stampa

Due obiettivi, Los Angeles e Indianapolis, una grande amicizia, un ovale e due bici Specialized. Da questi ingredienti e' iniziata stamattina al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari (Bs) la preparazione di Fabrizio Macchi e Jean Alesi, verso i Mondiali su Pista di Los Angeles di febbraio per il primo, e la 500 Miglia di Indianapolis per l'ex ferrarista che tornera' cosi' alle competizioni il prossimo 27 maggio dopo un periodo di stop. I due campioni, grandi amici nella vita, hanno svolto una seduta di allenamento in pista - battesimo dellovale sulle due ruote per Jean Alesi sotto lo sguardo attento del CT della Nazionale di Paraciclismo Mario Valentini, in raduno con gli azzurri a Montichiari. Dopo una ventina di giri di riscaldamento, Fabrizio ha fatto scoprire a Jean lebbrezza delle curve paraboliche, correndo nella parte alta dellanello. La seconda meta' dellallenamento 蠳tata invece dedicata al Keirin, con i due atleti che si sono posizionati dietro la moto. Infine, Jean Alesi ha proseguito in solitaria gli ultimi giri, con Fabrizio che dallesterno commentava il suo stile ai microfoni di Sky Sport. E stata una giornata davvero proficua per me commenta raggiante il pilota automobilistico potersi allenare con un campione del calibro di Fabrizio e poter ascoltare da lui a da Valentini consigli cos젩mportanti per la mia preparazione e su come approcciare la bici in maniera professionale, rappresentano sicuramente un valore aggiunto in vista del mio ritorno alle gare. Questa mattina Jean ha affrontato per la prima volta lanello non con le 4 ruote ma con le sue due gambe racconta il ciclista varesino 蠵n campione anche in sella alle due ruote e in pista 蠭olto aggressivo proprio come lo 蠳ulla monoposto. E stato molto stimolante anche per me e, Jean si 蠡ppassionato al ciclismo paralimpico e anno prossimo vuole venire a Londra a seguire le nostre gare. "Jean e Fabrizio hanno utilizzato due modelli diversi di Specialized: Macchi la Shiv che usa sia in pista che nelle crono su strada e con la quale ha vinto largento ai mondiali a cronometro a settembre, mentre per Alesi abbiamo scelto una Venge, un modello piu' semplice e pi maneggevole visto lesordio in pista. Una bicicletta comunque veloce e performante, utilizzata da Mark Cavendish della HTC-Highroad per vincere i mondiali di ciclismo su strada: i risultati si sono visti sul campo questa mattina commenta Marco Cislaghi, Responsabile Marketing Specialized Italia. Terminata la seduta dallenamento con Alesi, per Macchi continua il ritiro con la nazionale in vista della preparazione mondiale.

Seguici su ...