Il nuovo

concetto

di attualità

TamTamNews
SCOPRIMILANO
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Cultura Spettacoli Locali
Pubblicato 11 Ottobre 2018
Stampa

Direzione artistica Vittorio Vaccaro

 Un progetto di Vittorio Vaccaro e Ilaria Amé
Teatro San Babila Milano 16 -21 ottobre 2018

Le donne devono sempre ricordarsi chi sono. E di cosa sono capaci. Una 6 giorni milanese al teatro San Babila di Milano tra musica, teatro, sport, cinema e politica celebra la forza femminile. E dice no alla violenza sulle donne. Mythos 2.0 ci racconterà questo e molto altro. Nata da un'idea del regista e attore Vittorio Vaccaro, prestato al coraggio delle cause sociali, la manifestazione milanese, alla sua terza edizione, con la direzione artistico dello stesso Vaccaro, dal 16 al 21 ottobre tutte le sere utilizzerà il codice teatrale in una missione sociale per urlare il suo no alla violenza contro le donne. Ilaria Amè come orchestratrice dell'evento e Micaela Palmieri a condurre le serate, accompagneranno gli ospiti e il pubblico in un viaggio contro la ferocia, in un iter di passione, coraggio e introspezione. nell'animo femminile. In questa edizione si respira la necessità di solcare una strada che desse un segnale forte alla contemporaneità, un percorso di denuncia e di consapevolezza su alcuni temi dei giorni nostri che si potessero sposare con un tema apparentemente lontano ma invece estremamente vicino, come il tema sulla figura femminile, la Donna, che oggi vive quasi una sorta di rinascita sociale, ma che da sempre è stata considerata una figura subordinata al così detto “sesso forte”, oppressa da alcune convenzioni sociali come l’essere madre e badare a tutti quei lavori scomodi e umili, senza possibilità alcuna di poter avere ruoli importanti nella società. È anche vero che la storia nel tempo ha saputo raccontare figure femminili che sono riuscite a riscattare quel sesso considerato “Il sesso debole” e che hanno, in qualche modo, rieducato, la società ad avere un atteggiamento paritario tra uomo e donna. Forse non si esagera dicendo che il percorso sociale del gentil sesso è passato da sguattera a mito moderno. Oggi dalla tv, alle riviste, ai blog, mitizzano la figura della Lei: donna in carriera, mamma sprint, donna emancipata, donna autosufficiente, indistruttibile, efficiente...Molti gli esempi da fare, dalla musica, alla politica, dalla sanità, alla tv, dal cinema al volontariato, letteratura, sport, economia. Una sorta di: Donne, mamme, carriera. Dei Miti 2.0.

MYTHOS, diventa così, un palcoscenico dove raccontare la nuova figura femminile, che con fatica e sacrificio ha costruito, lottando contro qualsiasi opposizione sociale maschilista.

Una domanda, a questo punto, appare necessaria: sono finiti i pregiudizi da parte del mondo maschile? È tutto risolto? Le donne hanno davvero raggiunto la serenità in questa società che ha livellato, apparentemente, i due sessi, sullo stesso piano? Tante le risposte e tanti i pensieri che ruotano attorno ad un argomento apparentemente semplice che si porta dietro tante sfumature e dinamiche, che mettono in luce l’altra parte della medaglia, quel lato grigio, che per quanto se ne possa parlare risulta sempre poco trattato, malgrado gli sforzi dei media, di personaggi noti che cercano di sensibilizzare il pensiero pubblico, quel lato ancora troppo in ombra che si fatica a riconoscerlo come un problema moderno della nostra società, cioè, la Violenza contro le Donne!. La violenza di genere, quindi, si oppone alla mitizzazione della donna cercando di distruggere in qualche modo il successo e la conquista di quella libertà culturale che attraverso lotte, sacrifici e continuo lavoro si è raggiunta, in una società che necessita sempre più di pareggiare le differenze di ruoli, che in passato hanno classificato inferiore la figura femminile. Appare così, ancora lontana la possibilità di dichiarare risolto un problema che negli ultimi anni non si è arrestato ma che ha cavalcato ininterrottamente una sorta di scia di violenza che sembra rinnovarsi più che esaurirsi.Allora viene da chiedersi, ma perché il fenomeno è ancora presente nella nostra quotidianità malgrado le varie sensibilizzazioni? Quanto i media e i social network influiscono negativamente sull’argomento?

Il Presidente della Regione Attilio Fontana aprirà l'evento che si dipanerá tra stralci di film di denuncia, performaces teatrali e tavole rotonde. Dal sindaco di Milano Beppe Sala a Cristiana Capotondi e Lucia Annibali, Alessandro Meluzzi, Tonia Bardellino, da Antonio Cabrini a Martina Colombari, da Lucia Annibali a Oscar Di Montigny, protagonisti per una delle serate pure coloro che hanno creduto e sostenuto il festival con orgoglio, MM, Utopia, A2A, Federlegno Arreda, Rse, Cambiaghi, Laudentia, Marinella.

Al centro del dibattito la donna, fermarla è impossibile!

 

PROGRAMMA

 MARTEDI 16 Ottobre


Ore 19.00: Mostra fotografica di Fernanda Bareggi con aperitivo.

 Ore 20:00Presidente Attilio Fontana inaugura Mythos.Ospite Ass.re alla sicurezza Riccardo Decorato

Ore 20:30 Micaela Palmieri intervista il sindaco Giuseppe Sala, Giovanni Malagò e Lea Pericoli

Ore 21:15Stefano Bruno Galli “Il mito e la donna”.

 Ore 21.30 Proiezione del film “Me Dea”, regia di Vittorio Vaccaro

Con Dorothy Barresi, Laura Locatelli, Lia Marchesini, Maria Barberi, Stefano Interrante, Teresa Scarale, Christian Gallucci, Rossi Keita Ng-Ueye, Daitta Mamadou Abdoulaye, Enzo Giraldo. Michele Airoldi.

 Ore 22:30 interviene Cosima Buccoliero, direttrice carcere di Bollate.

OSPITI: Melania Rizzoli

 

MERCOLEDì 17 Ottobre

Ore 20:30 Micaela Palmieri intervista Antonio Cabrini.

 OSPITI:Antonio Rossi, Filippo Grassia, RaffaellaProcaccini, Maurizio Trezzi, Antonio Daino, Riccardo Bertollini

 Pillole di teatro: con Stefania Monacoe Margherita Peluso.

 

 GIOVEDì 18 Ottobre

Ore 20:30 Stefano Zurlo intervista Luna Berlusconi

Ore 21:00 Modera Cristina Bombelli.

OSPITI: Emanuela Teatini MM, Laura La Ferla A.T.M, Diana Moneta RSE, Stefano BesseghiniARERA, Marco Margheri EDISON, Matteo Perego di Cremnago CAMBIAGHI TESSILE, Nicola Orsi FEDERLEGNOARREDA, Stefania Radoccia EY, Giampiero Zurlo UTOPIA, Michele Corradino

Pillole di teatro e musica: con Sara Bellodi, Alessandra Faiella e Stefano Torre

 

VENERDÌ 19 Ottobre

Ore 20:30 Micaela Palmieri intervista Edoardo Sylos Labini

Ore 21.00Micaela Palmieri intervista Lucia Annibali

OSPITI: Marina Terragni, Tiziana Ferrario, Isa Grassano, Annarita Briganti, Anna Di Cagno.

Pillole di teatro: con Annalisa Diante Cardone e Arianna Dell’Arti

 

SABATO 20 Ottobre

Ore 18:30 Presentazione del libro “Diario di una checca isterica” con l’autore Nino Spirlì con aperitivo

Ore 20:30 Micaela Palmieri intervista l’On. Daniela Santanchè

Ore 20:50 intervista a Oscar Di Montigny.

OSPITI: Sottosegretario alla difesa Raffaele Volpi, Lucia Borgonzoni, On. Federica Zanella, Alessandro Meluzzi, Tonia Bardellino,On. Ignazio La Russa, On. Enrico Borghi, Nino Spirlì.

Invitati: Ministro Matteo Salvini, Sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni

Pillole di teatro e musica: con Silvia Anglani eLaura Formenti

 

DOMENICA 21

Ore 20:15Edoardo SylosLabiniintervistaGiusy Versace

Ore 20:45 Valentina Bolis intervista Martina Colombari.

Ore 21:15 proiezione del documentario “Donne e Libertà”

OSPITI: Rossana Giove, Jo Squillo,Francesca Carollo, Parvinder Aoulakh, Paola Radaelli (Presidente Associazione Nazionale Vittime), Deborah Bergamini, Valeria Vailati Venturi, Salvo Galati. Testimonianza dei genitori di Lorenzo Claris

 

*Sarà presente in un giorno della settimana il Sottosegretario di Stato del Consiglio dei Ministri con Delega  alle Pari Opportunità Vincenzo Spadafora

 

 BIGLIETTI INGRESSO GRATUITO

 

ORARI BIGLIETTERIA

La biglietteria è aperta martedì – giovedì - venerdì dalle ore 10 alle ore 17

Mercoledì – sabato – domenica dalle 14 alle 17

La biglietteria è aperta anche un’ora prima di ogni spettacolo

 

TEATRO SAN BABILA

Corso Venezia, 2/A - 20121 Milano -Tel. 02 798010

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.teatrosanbabilamilano.it