Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Shopping
Pubblicato 18 Ottobre 2018
Stampa

Il terzo capitolo della fragranza Uomo di Ferragamo racconta di una Firenze del futuro, di un uomo audace e ambizioso che ribadisce la sua forte personalità e l’inconfondibile stile senza tempo di Salvatore Ferragamo.

La storia di quest’uomo e della nuova fragranza sono ambientate nella Firenze del 2127, una data simbolica, esattamente 200 anni dopo il viaggio che riportò Salvatore Ferragamo dalla California in Toscana, dove avrebbe dato vita allo storico marchio.

In una visione futuristica che da sempre caratterizza il brand, tre uomini, rappresentati dalle iconiche fragranze Uomo Salvatore Ferragamo, si sfidano in una gara automobilistica dove i flaconi diventano auto del futuro e corrono in un circuito che ha la forma del logo disegnato dal futurista Lucio Venna per l’iconica linea Creations.

La fragranza

Profumiere: Alberto Morillas. Famiglia olfattiva: Oriental Leathery. Alberto Morillas interpreta questo viaggio nel futuro creando una fragranza dalle note cuoiate che rimandano alla tradizione fiorentina cui unisce la sensualità del Caffè nero e delle fave Fave Tonka.

UOMO Salvatore Ferragamo Signature apre con la vibrante freschezza del Limone Italiano, che ricorda le selvagge terre calabre, mentre essenze di Pompelmo e Mandarino si ravvivano con il dinamismo del Pepe Rosa. L’eleganza artigianale dei toni legnosi domina il cuore della fragranza, che prende forma nella classica raffinatezza del Cipresso e dall’intensità di Cardamomo e Cannella. Scure e profonde, le note di Tonka, Caffè, Patchouli e Cuoio si fondono nel dry down apportando gli ultimi tocchi alla più perfetta rappresentazione di mascolinità italiana.

Il design

L’iconico flacone di UOMO Salvatore Ferragamo, diventa total black nella versioneSignature: sofisticato, matte, elegante come un tuxedo senza tempo di Salvatore Ferragamo. Sui due lati, scolpito nel vetro, lo storico logo Ferragamo disegnato dal futurista Lucio Venna nel 1930 a ricordare il legame che il brand ha sempre avuto con l’arte.