Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Shopping
Pubblicato 23 Ottobre 2018
Stampa

La scelta dell’oro 24 carati in fogli o maschera come elisir di bellezza è la tendenza che sta facendo impazzire sia le star di Hollywood che le dive del nostro stivale, che ne esaltano le magiche proprietà, postando su Instagram selfie dei loro visi luminosi e scintillanti durante e dopo il trattamento.

Lungi, però, dal pensare che siano state Bar Rafaeli, Irina Shayak, Claudia Galanti o Simona Ventura a usare per prime il prodigioso e prezioso minerale scoperto nel 3000 a.C.!

Far ringiovanire la propria pelle senza aghi né chirurgia è il sogno di ogni donna fin dalla notte dei tempi.

Già Cleopatra era solita riposare con una maschera ricavata dal metallo aureo come rito di conservazione per l’immortalità: le pratiche di cosmesi per gli Egizi avevano, infatti, una motivazione rituale e simbolica, oltre che terapeutica. Poi le imperatrici e signore del Sol Levante, da sempre protagoniste di rituali cosmetici lunghi quanto cerimonie del tè, hanno beneficiato degli effetti positivi dell’oro sulla loro pelle candida e perfetta, quasi di porcellana.

E così anche oggi che il mondo coreano vive la stagione d’oro della cosmesi professionale anche grazie al vantaggio competitivo di una tradizione millenaria legata al culto della bellezza, l’Asia diffonde tendenze a macchia d’olio in tutto il mondo.

Fra di esse spicca l’uso dell’oro 24 carati come elisir di bellezza sia per pelli più mature che più giovani.

Si tratta di una Nuova Era, una trasformazione del suo utilizzo da rituale regale e d’élite a trattamento cosmetico quotidiano, basato per alcuni su quella scienza del lusso che il cosmetologo Umberto Borellini definisce “meccanismo d’azione neurocosmetico”, ossia l’efficacia garantita dagli effetti aurei di qualcosa perchè preziosa, e per altri su vere e proprie ragioni dermatologicamente testate. Proprietà dimostrabili che, unite a quelle di altri principi attivi, danno benefici effettivi.

Le 3 proprietà dell’oro: meccanica, fisica e biologica

L’uso razionale dell’oro 24 carati è da rintracciare nella sua natura biochimica, che può essere riassunta in tre proprietà: meccanica, fisica e biologica.

1. La proprietà meccanica dell’oro è fondamentale per le funzioni antiossidanti e disintossicanti che il minerale offre alla nostra pelle, che sia essa giovane oppure più matura. Nella sua forma più pura l’oro è un metallo luminoso, denso, soffice, malleabile, duttile e inalterabile in presenza di aria, acqua o comuni agenti chimici come gli acidi (ossidanti). Tutte queste caratteristiche lo rendono adatto all’uso in ambito cosmetico, in quanto ne permettono la trasformazione in lamine sottilissime o microparticelle (inserite soprattutto nelle maschere viso), senza che le sue proprietà meccaniche ne risentano. Queste pagliuzze, una volta a contatto con la pelle, la arricchiscono, nutrono e ne rafforzano la barriera protettiva.

2. La proprietà fisica dell’oro ne garantisce un’azione riflettente, compattante e illuminante, donando vitalità alle pelli spente, stanche e stressate. Tale proprietà è da rintracciare nella sua natura minerale: il colore oro è la vera tonalità del sole, il simbolo della luce manifesta, il risultato della combinazione tra l’energia pura del rosso e l’attività in movimento del giallo. La presenza di microcristalli gli permette di riflettere la propria luce, provocando un effetto definito soft focus (simile a quello flou delle fotografie): a contatto con la pelle, esso assorbe energia, conferendole grande luminosità, e ne aumenta la temperatura, migliorando nel tempo la microcircolazione e i processi rigenerativi dei tessuti cutanei. Si tratta, in sintesi, di un minerale estremamente utile come elemento rigenerante e rivitalizzante, in quanto stimola la produzione di collagene ed elastina, apportando una diminuzione della percezione visiva delle rughe e dei microrilievi cutanei.

3. La proprietà biologica del prezioso metallo è legata, infine, al ringiovanimento cutaneo e al rallentamento dell’invecchiamento epidermico. L’oro, in quanto minerale presente all’interno della crosta terrestre, si trova spesso associato ad altri elementi naturali (oligoelementi) che, oltre a donargli diverse colorazioni, ne fortificano le proprietà nutritive una volta applicato sulla pelle. Così questo metallo favorisce la biosintesi e il turnover cellulare, stimola le naturali difese della pelle contro il foto-invecchiamento, protegge dai danni dei radicali liberi e dagli agenti inquinanti e riduce le rughe esistenti, rallentando la formazione di nuovi segni del tempo, con un provato effetto antiage.

Nuova Era: la maschera oro 24 carati di Marzia Clinic

Tutti i benefici della Nuova Era dell’oro come tesoro cosmetico sono stati racchiusi da Marzia Clinic nella maschera ORO 24kt per viso, collo e décolleté dell’omonima linea, indicata per pelli mature, disidratate, spente e stanche, con pori dilatati ed esposte ad aggressioni ambientali, inquinamento e temperature rigide invernali. In essa l’associazione del metallo dalle magiche proprietà con altri elementi ottenuti da un’accurata tecnologia, come il tetrapepti de Matrikine Complex, messaggero in grado di regolare le attività cellulari interagendo con i loro recettori specifici, riporta alla luce il potere di quell’elisir di bellezza e giovinezza per la pelle a cui qualsiasi donna comune oggi non riesce a rinunciare.