Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: FOCUS
Pubblicato 19 Novembre 2018
Stampa

 

Ci sono mete sciistiche conosciute per la bellezza e la varietà delle proprie piste, altre apprezzate per gli impianti e la facilità di accesso, altre per la loro deliziosa gastronomia o per l’après ski e la nightlife, o, ancora, per le infrastrutture ricettive di eccellenza e per i centri benessere di alta qualità......... Ma ci sono anche stazioni invernali che uniscono in sé tutte queste peculiarità e per la loro evidente superiorità, hanno conquistato un ruolo leader nel turismo invernale europeo. St. Moritz è sicuramente tra queste. Situata a 1856 metri di altezza sulle sponde dell’omonimo lago nella valle dell’ Engadina, se durante la stagione estiva offre, oltre allo splendido paesaggio lacustre e montano, un cocktail di natura e relax, il meglio di sé lo sfodera durante l’inverno. L’incredibile clima secco e frizzante, noto come “clima champagne” e il sole che splende quasi tutto l’anno, sono qualità che la contraddistinguono da qualsiasi altra meta sciistica. Originariamente il luogo deve la sua importanza alle sorgenti termali conosciute da oltre 3000 anni. Venivano trasportate per mezzo di barilotti già nel II millennio a.C. e utilizzate come bevande e bagni termali. Le proprietà benefiche delle terme divennero luogo di pellegrinaggio anche in epoca moderna. Intere casate reali e principesche giungevano in Engadina per usufruire dei loro miracolosi effetti curativi. La nascita del primo turismo sulla neve risale all’inizio del secolo scorso grazie alle Olimpiadi invernali del 1928. Fu così che circa vent’anni dopo, la suggestiva cittadina aveva già guadagnato il titolo di una delle più ambite ed esclusive località sciistiche di tutta Europa. Una vera capitale della neve per eccellenza. St Moritz garantisce tutto l’anno offerte per lo sport e per il tempo libero oltre a diverse possibilità di shopping di lusso ed eventi a livello internazionale: sci alpino con 350 km di piste e impianti di risalita di ultima generazione, Bob Run, corse di cavalli sul lago ghiacciato, tornei di polo, cricket, golf e curling, trampolino olimpionico, festival gastronomici e musicali, in inverno. Mountain bike, escursioni, windsurf, pattinaggio sul ghiaccio, tennis, vela rappresentazioni di arte e cultura durante l’estate. Inoltre offre un servizio alberghiero di prima categoria e ristoranti eccellenti.

 

E quest'anno anora di più.........

Nuovi riconoscimenti

Per la prossima stagione invernale, 26 ristoranti a St. Moritz e dintorni sono stati premiati complessivamente con 382 punti Gault Millau e sei stelle Michelin. Tra questi segnaliamo quelli nuovi: Ristorante HATO – Fine Asian Cuisine (St. Moritz, 15 punti Gault Millau), Che Cha Restaurant & Club (Salastrains, 13 punti Gault Millau), Sunny Bar by Claudia Canessa (Kulm Hotel St. Moritz, 13 punti Gault Millau), Chesa Veglia (Badrutt’s Palace Hotel, 15 punti Gault Millau) e Gianottis Wilderei (Pontresina, 13 punti Gault Millau).

 

Piacere a St. Moritz

Il Carlton Hotel di St. Moritz è riuscito ad aggiudicarsi come nuovo chef de cuisine Graziano Caccioppoli. Il 32enne accoglie i propri ospiti al ristorante Romanoff con autentica cucina svizzera e classici internazionali. Il Badrutt’s Palace Hotel entusiasma dal 7-8.12.2018 con lo chef star Andrea Berton di Milano. Al Grand Hotel del Bains Kempinski saranno ora uno chef indiano e un sushi chef a rallegrare i palati degli ospiti. Ad accogliere gli ospiti al ristorante Chasellas (Suvretta House) c’è il nuovo chef Marco Kind. Al Kulm Hotel St. Moritz, dopo il successo dell’inverno scorso, Tim Raue continua a offrire serate di fine dining nel suo esclusivo ristorante The K by Tim Raue. Lo chef locale Daniel Müller dà il benvenuto agli ospiti nel ristorante panoramico del Kulm Country Club St. Moritz. Il ristorante è stato disegnato da Lord Norman Foster (e inaugurato nel 2017). I menu sono dedicati alla cucina italiana e mediterranea con influenze asiatiche.

 

La scena di St. Moritz

Il ristorante e bar Balthazar St. Moritz, gestito da Allegra Gucci, accoglie gli ospiti con cucina italiana dagli influssi internazionali. Il nuovo locale promette momenti di puro lusso e invita a rilassarsi in un ambiente urbano. Al Che Cha Restaurant & Club, il mitico chef Reto Mathis offre ai buongustai non solo una vista mozzafiato, ma anche un menu unico e particolarmente creativo. A 2’181 metri sopra la vita quotidiana, gli ospiti trovano el paradiso, ristorante diurno e location per eventi. El paradiso festeggia quest’anno vent’anni di Mountain Club. Nel cuore di St. Moritz vale la pena visitare il piccolo ma ottimo ristorante Dal Mulin, molto convincente con una cucina di impronta alpina semplice e sincera.

 

St. Moritz entusiasma con nuove camere d’albergo

Con 40 camere ristrutturate, l’hotel quattro stelle Steffani di St. Moritz apre le porte il 1.12.2018 per la stagione invernale. Il Kulm Hotel St. Moritz inaugura la stagione invernale il 6.12.2018 con nuove camere nel Mittelkulm. L’architetto di interni Pierre Yves Rochon ha conferito un fascino mozzafiato alle camere e suite. Questo intervento è la più grande ristrutturazione delle camere nella storia del Kulm Hotel St. Moritz.

 

Arte rinomata a St. Moritz

Nell’ambito del Grand Opening della nuova galleria Hauser & Wirth di St. Moritz, il 27.12.2018 saranno esposte e presentate per la stagione invernale due sculture sul Lago di St. Moritz. Le prestigiose opere d’arte sono realizzate dall’artista americano Paul McCarthy e dall’artista di fama internazionale Bharti Kher. Il 7.12.2018 apre le porte agli amanti dell’arte la galleria Halde. Situata nella Suvretta House St. Moritz, è specializzata in arte contemporanea. Nel corso dei St. Moritz Art Masters 2018 della scorsa estate, davanti al Grand Hotel des Bains Kempinski Montblanc sono state esposte Art Bags che gli ospiti potranno ammirare anche il prossimo inverno, sempre davanti all’hotel. 

 

St. Moritz Top Events

Con l’AUDI FIS Ski World Cup St. Moritz (8-9.12.2018) inizia il primo top event sul Corviglia, il monte di St. Moritz. Questa volta con una prima mondiale, poiché per la prima volta nella storia della Coppa del mondo di sci alpino si svolgerà a St. Moritz uno slalom parallelo femminile. Dal 29 al 30.12.2018 si svolgono sull’Olympia Bob Run i campionati svizzeri. Gli amanti della gastronomia attendono con ansia il tradizionale St. Moritz Gourmet Festival (11-19.1.2019) con 40 eventi gastronomici e, quest’anno, nove chef di punta europei e asiatici. Il festival affronta quest’anno un cambio generazionale e novità nell’organizzazione del festival: Fabrizio Zanetti è il nuovo responsabile culinario dell’organizzazione di eventi del festival. Sostituisce Reto Mathis, collaboratore del Gourmet Festival per gli ultimi 25 anni nonché membro fondatore e a lungo presidente. Dal 13 al 20.1.2019 il calendario degli eventi prevede il Concours Hippique
St. Moritz, mentre dal 17 al 19.1.2018 ci sarà un’avvincente classica di oldtimer nella cornice del WinterRAID. Anche il lago ghiacciato di St. Moritz invita a godersi eventi di calibro internazionale: la 35a Snow Polo World Cup (25-27.1.2019) e la leggendaria corsa di cavalli nella cornice del White Turfs St. Moritz (3/10/17.2.2019). La Cresta Run festeggia il 16.2.2019 il suo Grand National e gli appassionati di sci di fondo hanno già iniziato ad allenarsi per l’Engadin Skimarathon (10.3.2019).

 

Lifestyle on Top of the World

Il 6.12.2018 apre il King’s Club (Badrutt’s Palace Hotel) con un nuovo concetto di dining and dancing - è garantita la presenza di rinomati DJ’s. Chi è alla ricerca di una scarica di adrenalina trova pane per i suoi denti su una corsa in taxi nel canale ghiacciato dell’Olympia Bob Run (16.12.2018-3.3.2019): a 130 km/h si percorre il canale di ghiaccio in un bob da quattro. All’arrivo c’è ad attendere i coraggiosi passeggeri un bicchiere di champagne per brindare. Per iniziare la giornata con un’attrazione si può partecipare al Piz Nair Sunrise Event (20.12.2018/17.2.2019/3.3.2019). Per la prima volta in inverno gli interessati possono approfittare degli impianti di risalita prima dell’orario di apertura ufficiale per raggiungere la vetta del Corviglia, il Piz Nair. Quello è il punto ideale per apprezzare al meglio l’alba spettacolare a 3’000 m s.l.m., seguita da una ricca colazione al ristorante panoramico. Il Piz Nair Sunrise è aperto a tutti, occorrono solo un biglietto valido e la prenotazione anticipata. Godersi tranquillamente un Afternoon Tea in uno dei cinque hotel 5 stelle di St. Moritz o lasciarsi condurre in carrozza attraverso le incantate valle laterali.

Seguici su ...