Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 05 Dicembre 2018
Stampa

Con la sua atmosfera, le sue stradine caratteristiche, l’architettura unica e riconoscibile in tutto il mondo, la celebre Torre Eiffel che troneggia su tutto il paesaggio e l’allure che le gira tutto intorno, Parigi è davvero uno di quei luoghi di cui è impossibile non innamorarsi. Premesso che è magica tutto l’anno, è sicuramente in occasione del Natale, che la Ville Lumière si trasforma in un vero e proprio spettacolo per gli occhi. Già a partire dalla metà del mese di novembre, dagli Champs Elysées al lungosennafino alla Cattedrale di Notre Dame, da St. Germain des Prés alla collina di Montmartre fino al quartiere del Marais e a Boulevard Haussmann, e non solo, migliaia di lampioni e abeti, luci scintillanti, archi e ghirlande luminosi, stelle luccicanti e favolosi addobbi natalizi decorano sontuosamente le vetrine dei celebri grandi magazzini, le eleganti facciate dei palazzi, le entrate delle boutique e le vetrate dei tipici bistrot trasformando la città in un meraviglioso ed incantevole paesaggio colorato capace di trasmettere, a grandi e piccini, parigini e turisti, quella sensazione di festa e magia che solo Parigi, in questo periodo, riesce a fare, in modo decisamente unico. Senza dimenticare i tradizionali mercatini natalizi, allestiti in tante zone della città, in quartieri caratteristici e in zone panoramiche, come quello ai piedi della Tour Eiffel con un centinaio di casette in legno che propongono artigianato francese e leccornie, dai formaggi, al vino ai dolciumi delle feste, in particolare le bûche de Noël, il tradizionale dolce natalizio francese; al Marché de Noël de la Défense, sotto i grattacieli del centro direzionale della capitale, uno dei mercati più belli e grandi dell’Ile de France con ottime proposte artigianali e di design, decorazioni natalizie e tante specialità gastronomiche parigine e francesi........a quello intimo e caratteristico, raccolto attorno alla cattedrale di Notre-Dame, che regala ai bambini numerose attività e animazioni o, quello veramente unico, il mercatino alsaziano della Gare de l’Est, una delle più antiche e affascinanti stazioni ferroviarie di Parigi, dove si può scoprire questa antica regione francese al confine con Svizzera e Germania e i suoi prodotti tipici.

Se ancora siete titubanti a prenotare il primo aereo per Parigi pur sapendo che là vi attendono anche i suoi musei, ricchi di inestimabili opere d'arte, l'atmosfera bohémienne di Montmartre, la vista indimenticabile dalla Torre Eiffel, una passeggiata lungo gli Champs-Élysées o nei suoi magnifici parchi, un'esperienza romantica ed istruttiva, in completo relax, navigando a bordo dei tipici bateaux mouches e ancora la cucina tipica nelle sue accoglienti brasserie, la possibilità di camminare sui tetti o la visita alla reggia di Versailles e, per i più piccoli, una giornata a Disneyland Paris............. ecco 5 buone ragioni per cui vale la pena visitarla ora:

- Atelier de Lumières

La Francia è sempre stata all’avanguardia nella promozione della cultura e della produzione multimediale, grazie a istituzioni forti e rappresentative come l’Ina, l’Institut National de l’Audiovisuel, e a prestigiose rassegne dedicate allo stato dell’arte digitale. Ora, allestito negli enormi spazi dell’ex Fonderia Plichon, situata tra Bastille e Nation, nell’XI arrondissement, al 38 di rue Saint-Maur, è nato l'Atelier de Lumières, il primo centro d'arte digitale della capitale. Qui, la Metodologia Amiex (Art & Music Immersive Experience), 120 videoproiettori e 50 altoparlanti Nexo, trasformano la superficie di 3300 metri quadrati della location, dal pavimento al soffitto, in opere d’arte in continuo movimento proiettate su pareti alte 10 metri, sette giorni su sette. Per la sua prima esposizione, fino al 6 gennaio 2019, l'Atelier ha pensato, nel centenario della sua scomparsa, a un percorso attorno alle opere di Gustav Klimt: ritratti, paesaggi e figure di nudo che hanno rivoluzionato la pittura della fine del XIX secolo, conservati al Palais de la Sécession a Vienna. Una volta entrati nello spazio, il visitatore può scegliere di camminare liberamente o di sedersi per terra mentre viene letteralmente sommerso dai suoni e dalle immagini delle opere di Klimt, enfatizzate dalle note di Wagner, Beethoven, Chopin, Johann Strauss e Giacomo Puccini, che gli entrano immediatamente nella testa e nel corpo coinvolgendolo a livello sensoriale come mai una mostra era riuscita a fare. www.atelier-lumieres.com

- albero di Natale 2018 Galeries Lafayette

Parigi è nota per i suoi grandi magazzini di lusso e splendidamente decorati. Situato nel cuore di Parigi , Galeries Lafayette, Boulevard Haussmann, secondo sito più visitato della capitale francese dopo il Louvre, è sicuramente il più noto. Anche se non siete interessati ai vestiti di marca, bijoux e cosmetici, non potete assolutamente perdervelo nel periodo dell'Avvento quandoaddobbi, pacchi regalo, manichini vestiti a festa, mettono in scena uno spettacolo con sorprendenti scenografie teatrali, ideate da artisti e designer di fama internazionale, ed un albero gigantesco prende vita sotto la grande cupola di vetro in stile Art Nouveau. Quest'anno, firmato dalla maison Piaget, la maison svizzera che produce gioielli e orologi di alta gamma, indossati spesso dalle star sui red carpet, "le sapin", l'abete, è alto ben 35 metri e, a renderlo ancor più magico, l’apparizione dell’aurora boreale. Ogni mezz’ora le luci della cupola, infatti, si spengono dando posto ad uno spettacolo di stelle e aurora boreale che tiene tutti i visitatori col naso all'insù. Un'atmosfera che invita a dedicarsi un po' di tempo per i comuni mortale, ma che si può trasformare in shopping conveniente per i fashion addicted che trovano, tra specchi, colori e gran classe, molte proposte di brand gettonatissimi scontate al 30%!!! https://haussmann.galerielafayette.com

- Museo del Profumo Fragonard

Parigi e la Francia sono state al centro dell'industria mondiale del profumo dal XVII secolo, da quando la Versailles di Luigi XV era conosciuta come "Le Cour parfumée", la Corte Profumata. Nel corso dei secoli i profumieri francesi hanno sviluppato tecniche per ricavare i profumi dai fiori, dalle foglie, dai muschi, dalle erbe, dalle spezie e da tantissimi altri ingredienti. Uno dei marchi più famosi della Francia è Fragonard, fondato a Grasse nel 1926 da Eugène Fuchs. Il nome del brand è ispirato al pittore locale Jean-Honoré Fragonard, figlio di un maitre gantier, un mastro profumiere. Non a caso, la filosofia della fabbrica di profumi era ed è quella di offrire prodotti, realizzati nel pieno rispetto della tradizione, in grado di ricordare ai turisti gli aromi e le bellezze naturalistiche della Provenza. Per conoscere questo mondo "odoroso", a pochi passi dall’Opéra Garnier, facilmente raggiungibile grazie all’omonima fermata della metropolitana, la maison ha aperto, in un palazzo costruito nel 1860 in stile Napoleone III dall’architetto Lesoufaché, un interessante museo che permette di scoprire circa 3000 anni di storia del profumo dagli antichi egizi fino ad oggi mostrandoci come, sin dall’antichità, l’essere umano ha avuto bisogno di accompagnare la propria vita con odori gradevoli. Girando per le ampie stanze con arredi d'epoca, uno dei pezzi più importanti della collezione è l’Orgue à parfums, un’antico mobile a forma di organo pieno di boccette, che veniva utilizzato dai maestri profumieri per combinare le varie essenze e bilanciarle per creare nuove essenze. All’interno del museo ci si può anche cimentare in un interessante gioco: è infatti presente un tavolo dei profumi con varie essenze da provare a riconoscere per testare il proprio olfatto. www.fragonard.com 

- Bustronome Paris...il viaggio gourmand nella Ville Lumière!

Una cena veramente particolare nel cuore della città?

È possibile con una delle più interessanti attrazioni della Ville Lumière, Bustronome, un pullman di alta gamma,elegantemente arredato, nel quale è possibile cenare, ammirando i monumenti più famosi della capitale francese illuminati, in questo periodo, da un tripudio di luci e decorazioni che rende le vie parigine un vero e proprio spettacolo a cielo aperto. Il tour comincia, con una raffinata selezione di musica francese in sottofondo, sorseggiando un calice di Champagne, a due passi dall’ Arc de Triomphe e dagli Champs-Elysées, e prosegue attraversando tutto il centro della città, passando accanto a celebri edifici come La Madeleine, l’Opéra, Notre Dame o la Tour Eiffel, dove una sosta permette di vedere da vicino questo monumento diventato simbolo della città, realizzato nel 1889 in occasione dell'Esposizione universale per celebrare il centenario della Rivoluzione Francese. A bordo una cucina ricercata e creativa di sei portate, abbinate a ottimi vini, fa conoscere le prelibatezze della cucina francese. Inoltre, chi lo desidera, una guida audio racconta e spiega nelle varie lingue, italiano incluso, la storia dei luoghi visitati. www.bustronome.com

- Un sogno d’Italia. La collezione del marchese Campana al Louvre

Il Musée du Louvre, il più glorioso simbolo dell'amore per la cultura dei Francesi, in collaborazione con il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo racconta l’affascinante
vicenda del marchese Giampietro Campana, a partire dal suo amore per il collezionismo, dalla sua eccezionale raccolta di oggetti d'arte senza trascurare la sua complessa biografia. Napoletano di nascita, ma cittadino romano da quando la sua famiglia aveva ottenuto la direzione del Monte di Pietà, riuscì a riunire una delle più grandi collezioni di sculture ed antichità greche e romane del XIX secolo. Dimostrò inoltre uno spiccato interesse anche per la pittura e, in particolare, per gli autori italiani del XIV e XV secolo, in quel momento al di fuori degli interessi dei suoi contemporanei. La rassegna parigina a lui dedicata si focalizza sulle opere raccolte tra 1830 e 1850 e ne offre, per la prima volta dalla dispersione, avvenuta nel 1861, una ricognizione completa. Nel complesso furono oltre 12mila gli oggetti, pezzi di archeologia, dipinti, sculture e oggetti d’arte, sia antichi che moderni inclusi in questa eccezionale e diversificata collezione, unificata dall’alto livello qualitativo. Nella mostra sono presenti più di 500 opere, tra cui capolavori come il Sarcofago degli Sposi e la Battaglia di San Romano di Paolo Uccello, allo scopo di delineare il profilo di un uomo eclettico e carismatico, appassionato dalla bellezza, mosso dal desiderio di poter rappresentare il patrimonio culturale italiano nella sua vastità e varietà temporale. Un aspetto, questo, che colloca la raccolta nel più vasto ambito del Risorgimento, riconducendola a quella fase di affermazione della nazione italiana che si sviluppò nel nostro Paese nel XIX secolo. Articolata non fu solo la raccolta, ma anche la storia personale di Campana: in seguito a un processo, venne condannato per appropriazione indebita nel 1857. La sua collezione fu sequestrata e venduta dallo Stato Pontificio, per poi essere dispersa in tutta Europa. Una parte fu acquistata dallo zar Alessandro I ed esposta all’Ermitage di San Pietroburgo mentre più di diecimila opere furono acquisite da Napoleone III e divise tra il Louvre e altri musei regionali del paese. www.louvre.fr

Dove dormire:

- Hotel Trianon, un albergo di charme, confortevole ed accogliente, a due passi dalla Sorbona ed dai Giardini del Lussemburgo, nel quartiere di Saint Germani de Prés,una delle zone più affascinanti di Parigi da sempre considerata il centro della vita culturale e intellettuale della città. Camere luminose arredate con gusto, elegante aria luonge nella hall e sofisticata sala per la colazione che volendo è possibile consumare anche in camera. Ideale anche per il business con un’ampia sala attrezzata ad hoc. A 450 metri dalla stazione della metropolitana Odeon, che fornisce l'accesso al mercato delle pulci di Clignancourt, e dalla stazione Luxembourg della RER, che permette di raggiungere agevolmente verso l'Aeroporto di Charles de Gaulle. Hotel Trianon Rice Gauche, 3 Rue de Vaugirard, 75006 Parigi. https://hoteltrianonrivegauche.com

Dove mangiare:

- La Bonne Franquette: aimer, manger, boire e charter, ecco la filosofia di questo bistrot storico e uno dei migliori di Montmartre, a due passi dalla Basilica del Sacro Cuore un tempo ritrovo di artisti quali Picasso, Dagas, Cesanne, Lautrec, Van Gogh e oggi indirizzo imperdibile per tutti coloro che amano la cucina francese realizzata da mani esperte con prodotti di ottima qualità accompagnata da interessanti vini da scegliere tra ben 150 referenze di tutte le regioni vinicole francesi. E non per ultimo un personale particolarmente attento e cordiale pronto a soddisfare ogni desiderio dei clienti. La Bonne Franquette, 18 Rue Saint Rustique, 75018 Parigi.

- Les Noces de Jeannette, dal titolo di un'opera comica in un atto di Victor Massé, rappresentata centinaia di volte come avanspettacolo, nella Salle Favart sull'altro lato della strada, è un ristorante riconosciuto come un vero e proprio tempio della gastronomia. In attività da più di cento anni, regala alla propria clientela un ambiente caldo ed accogliente che va ad aggiungersi alle gustose prelibatezze proposte in menu, accompagnate da vini di altissimo livello proposti con grandissima professionalità e cultura. Les Noces de Jeannette, 14 Rue Favart, 75002 Paris. www.labonnefranquette.com

Come arrivare:

Comodi voli Air France portano dalle principali città italiane raggiungendo l' aeroporto internazionale di Paris-Charles de Gaulle, a nord-est di Parigi, a 26 km dal centro città. Per raggiungere il centro il treno è uno dei mezzi di trasporto più rapidi ed economici. Il treno RER B collega l’aeroporto Charles de Gaulle alla stazione Châtelet-les-Halles e Saint-Michel-Notre-Dame, nel centro di Parigi, con precedente fermata alla Gare du Nord e fino alla stazione di Denfert-Rochereau, nella zona sud, nel 14° arrondissement. Da queste stazioni si può prendere la metropolitana per la destinazione desiderata in città. Il treno impiega circa 30-40 minuti per raggiungere il centro di Parigi, il biglietto per una corsa costa 10,30 euro. I treni effettuano servizio dalle 05:00 alle 23:30, con una frequenza di una corsa ogni 10 o 20 minuti.