Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Sport
Pubblicato 04 Febbraio 2019
Stampa

Il Gran Fondo Arava andrà in scena nel luogo più basso della terra l’1 e il 2 marzo prossimi e vedrà, come ogni anno, la partecipazione di atleti da Israele e da tutto il mondo. L’evento, ora diventato una tradizione imperdibile per gli appassionati, offrirà percorsi adatti a tutti i livelli, dai ciclisti professionisti fino agli amatori e alle famiglie.
L’edizione di quest’anno si svolgerà in collaborazione con l’International Tour Arava, offrendo in questo modo ai partecipanti non solo il clima ideale per praticare questo sport, ma anche percorsi tra panorami mozzafiato, un itinerario stimolante e un’organizzazione curata nei minimi dettagli.
Il Gran Fondo è un’entusiasmante sfida su due ruote che si posiziona a metà tra le gare per i ciclisti amatoriali e quelle dedicate ai professionisti.
La tradizione è nata in Italia negli anni ’70 e si è sviluppata soprattutto in Europa e Nord America.
Dal 2012 il team “Gran Fondo Israel” ha contribuito a promuovere le iniziative di Gran Fondo in Israele, luogo ideale grazie al tiepido inverno e agli spettacolari panorami del deserto, che rendono indimenticabile l’esperienza di pedalare in questa regione unica: le coste del Mar Morto infatti si trovano a oltre 400 metri sotto il livello del mare, rendendolo il luogo più basso della terra.

L’evento è organizzato dai ciclisti esperti del Gran Fondo Israel in collaborazione con Central Arava Regional Council, Israel Cycling Federation, Ministero del Turismo di Israele, Ministero della Cultura e dello Sport di Israele, Athena, Hapoel, Comitato Olimpico Israeliano, Unione Ciclistica Internazionale (UCI) e partner commerciali.
Questo il programma completo di questa straordinaria due giorni:
“International Arava Tour”, (1 – 2 marzo 2019): si tratta di una gara a staffetta in tre tappe distribuite su due giorni, alla quale parteciperanno i migliori team e professionisti, sia israeliani che stranieri.
E ancora, “Athena International UCI Women’s Road Races” (1 – 2 marzo): due corse dedicate ai team femminili professionisti, che includono una tappa a cronometro tra la città di Ovot e il Passo dello Scorpione e una corsa su strada. Le vincitrici delle corse otterranno punti per qualificarsi alle prossime olimpiadi di Tokyo 2020.
Poi, la “Gran Fondo Arava”, (2 marzo 2019): una corsa sia competitiva che amatoriale di 161km, con una sezione a cronometro di 77km e un dislivello di 2.500 metri attraverso le maestose aree del Passo dello Scorpione, del Gran Cratere, dello Zin Wadi e della Peace Road, con partenza e arrivo al Sapir Park.
Altra gara, la “Medio Fondo Arava”. (2 marzo): una corsa non competitiva di 128km con 1.500 metri di dislivello attraverso le zone selvagge del Passo dello Scorpione, dello Zin Wadi e della Peace Road, con partenza e arrivo al Sapir Park.
E per concludere, la “Mini Fondo Arava”, (2 marzo): una corsa amatoriale di 52km attraverso gli incontaminati paesaggi dell’Arava e della Peace Road e la “Road Cycling for Peace”: una biciclettata in famiglia lungo la Peace Road e gli insediamenti di Arava, a poca distanza dal confine con la Giordania.
La tradizionale festa di chiusura si terrà il 2 marzo alle 14.30, al Sapir Park.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito dell’evento:
www.GranfondoIsrael.com
e la pagina Facebook ufficiale:
www.facebook.com/GranFondoDeadSea

Seguici su ...