Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 12 Aprile 2019
Stampa

Litorale e fondi marini intatti, fauna e flora protette, turismo balneare, culturale e sportivo di qualità 365 giorni l'anno, un polo tecnologico divenuto punto di riferimento e che non teme confronti a livello europeo nel settore della ricerca e dello sviluppo, ma anche integrazione ambientale...  una politica attiva dedicata al potenziamento delle infrastrutture, bello e moderno il nuovo Palazzo dei Congressi a 150 metri dal mare, nel centro della cittadina, Alpi Marittime con le piste da sci a pochi chilometri...... queste, e non solo, sono le peculiarità di ANTIBES JUAN-LES-PINS, la località, situata in una delle zone più belle di Francia, tanto amata da Francis Scott Fitzgerald, uno dei più grandi scrittori americani del Novecento, che qui ambientò parte del suo romanzo “Tenera è la notte”, seconda città del dipartimento delle Alpi Marittime, in posizione ideale tra Nizza e Cannes, a pochi chilometri dall'aeroporto internazionale di Nizza-Costa Azzurra.

Per ritrovare l’atmosfera naturalista che ha ispirato Picasso durante i mesi trascorsi ad Antibes, una visita al Museo Picasso si impone assolutamente. Primo al mondo ad essere totalmente dedicato all'artista spagnolo, situato nella bella cornice storica del Palazzo Grimaldi, un castello di antichissime origini, presenta dei veri e propri capolavori dell'artista di Malaga, come il famosissimo Joie de Vivre che hanno la caratteristica di essere state create con materiali non convenzionali come l’amianto, il cemento e il legno compensato.

All'uscita dal Museo non perdete la scoperta della Vieille Ville, con i suoi bastioni che si estendono a fianco del mare e il lungo muro di protezione ad ingresso ad arco del porto e il suo Marché Provençal, il luogo migliore per immergersi nei profumi e nei colori della Costa Azzurra. Qui sono esposti i prodotti tipici della regione: saponi, spezie, lavanda, borse realizzate da mani artigiane, ortaggi e frutta appena colti che offriranno diversi spunti per portare a casa un ricordo dalla Provenza. Non perdete neppure le tante stradine accanto al mercato "ricche" di ristoranti di tutti i tipi e prezzi, e un sacco di negozi, che variano da negozi turistici ricchi di ogni bene a negozi di articoli da regalo e di artigianato fino all’antico museo-bar dell’assenzio l'Absinthe Bar, dove l’aperitivo a base di questo distillato d’erbe è ormai un piacevole rituale e non certo un eccesso.

Calma, lusso e voluttà si propongono, invece, sul Cap d’Antibes, segnato dal faro nel punto più alto, dove una vegetazione fitta e intatta offre uno spazio ombroso di tranquillità e relax per passeggiate immersi nella natura. Un luogo magico dove si può scoprire anche la cappella di Notre-Dame-de-la-Garoupe, meta di un antico pellegrinaggio con la sua meravigliosa collezione di ex-voto e dove si trovano alcuni tra i più bei 5 stelle della Costa, scelti da alcuni personaggi famosi, come ad esempio Madonna, che molte volte ha preferito evitare le luci della Croisette a Cannes, durante i suoi soggiorni nel sud della Francia. Per un bagno, 25 chilometri di spiagge offrono una varietà tale da soddisfare tutti: roccia, sabbia dorata, acque più agitate per praticare windsurf o quelle più tranquille adatte a tutta la famiglia. La più bella è senza dubbio la plage de la Garoupe: l’idealeper chi cerca la comodità senza però rinunciare alle acque limpide. La lingua di sabbia dispone di uno spazio pubblico attrezzato, dove si possono affittare lettino ed ombrellone.

Una città da scoprire in ogni stagione, ricca di eventi. In questi giorni e fino al 28 aprile, chi è da queste parte, potrà scoprire, accanto alla Pineta Gould, che tanto affascinò i primi turisti con i suoi pini a ombrello, i giardini effimeri del 2° FESTIVAL DEI GIARDINI DELLA COSTA AZZURRA, la kermesse che permette agli amanti del verde e dell'art-de-vivre, non solo di scoprire gli 80 incantevoli giardini della regione, alcuni insigniti del marchio "jardin remarquable", ma anche i giardini effimeri, creati dal genio visionario di équipe nazionali e internazionali, selezionate dal comitato tecnico presieduto da Jean Mus, architetto paesaggista e portavoce del Festival, che qui vedono l'opera firmata da Giorgio Broccardo, Daniela Donisi, Fabrizio Duca, e Riccardo Bianchi, vincitrice del Premio GREEN Deal.

Altro appuntamento da non perdere è il JAZZ A JUAN, un festival che si svolge in riva al mare, quest'anno dal 12 al 21 luglio, riunisce i più grandi nomi della musica jazz alla Pinède Gould, la magnifica pineta di Juan-les-Pins, da tutti considerata la "città natale" del jazz in Europa. L'evento rappresenta sempre un incredibile crogiolo dove vengono a mescolarsi tendenze di ogni tipo e sono tantissimi coloro che, dalla nascita del festival nel 1960, hanno calcato il palco della mitica pineta. Il festival si impone come uno di quei luoghi leggendari in cui si elabora la memoria del jazz, ma anche e soprattutto in cui si afferma il suo eterno rinnovamento attraverso giovani prodigi come Marcus Miller, Wynton Marsalis, Salif Keita, Diana Krall, James Carter o ancora Joshua Redman. Ogni anno, oltre ai concerti che si tengono nella sede principale, l'Ufficio del Turismo di Antibes Juan-les-Pins festeggia il jazz organizzando per le stesse strade di Antibes Juan-les-Pins concerti gratuiti rivolti a tutti gli appassionati: è Le Best Of du OFF, il cui programma prevede diverse formazioni e diversi solisti.

Dal 1° al 3 novembre 2019, al Palazzo dei Congressi di Juan-les-Pins, ritorna, dopo il successo della prima edizione, la seconda manifestazione di WEEKEND DEL DESIGN E DELL’ARTE, incentrata ancora una volta sul tema delle arti della tavola. Il pubblico avrà modo di scoprire una grande varietà di stili, di gusti e di creazioni. La presentazione e la disposizione dei piatti e dei coperti, dei tavoli e degli accessori, l’illuminazione, la decorazione da tavola…...ogni elemento è riconducibile ad un’unica parola chiave : design! Le Arti della Tavola rendono omaggio alla relazione tra l’arte e la vita quotidiana e a tutti quei savoir faire correlati alla gastronomia, vettori per antonomasia di nuovi modi d’espressione.

Del resto, come dicono i francesi, un buon pranzo comincia con una bella tavola.
Dalla scuola di specializzazione all’artigiano, dal disegnatore all’industriale, dall’arredamento agli elementi decorativi, il Palazzo dei Congressi si trasforma per un week-end nel polo dell’innovazione e della creazione. Dei prodotti originali, rari o d’eccezione saranno esposti e disponibili alla vendita: piatti firmati, posate, apparecchi di illuminazione, bicchieri, tovaglie, porta-candele ed altri utensili…Un momento unico che permetterà ai visitatori di avvicinarsi alle nuove tendenze della decorazione della tavola di oggi e di domani! 

 

DOVE SOGGIORNARE:

- AC Ambassadeur Hotel Juan-les-Pins****

221 camere in una Location verdeggiante e tranquilla nel cuore di Juan-les-Pins, con 20 sale riunioni che possono accogliere fino a 200 persone. Due piscine di cui una interna riscaldata ed una esterna, di un bar lounge-ristorante, il Blu Lounge, e di una spiaggia privata di sabbia fine.

- Cap d’Antibes Beach Hotel *****

In riva al mare, situato a Cap d'Antibes, a 10 minuti a piedi da Juan-les-Pins, il Cap d'Antibes Beach Hotel è un Relais & Chateaux dove vivere un ‘esperienza di assoluta serenità in un luogo magico tra cielo e terra. Con un’architettura essenziale, le 35 camere e suite si aprono sul mare e sui nostri giardini mediterranei. In qualsiasi momento della giornata, vivete momenti unici, degustando una cucina gastronomica locale d’eccezione.

 

INFO:

Ufficio Del Turismo e dei Congressi, 60 Chemin Des Sables - 06160 Juan-Les-Pins - France. Tél.: + 33 (0)4 22 10 60 01 / Fax : + 33 (0)4 22 10 60 09

www.antibesjuanlespins.com, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ente Turismo Francese in Italia www.france.fr

 

 

Seguici su ...