Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 23 Maggio 2019
Stampa

                              Mare, divertimento e cultura: i consigli per la stagione più attesa

C’è un pezzo di Catalunya ricco di fascino e che merita di essere scoperto e vissuto tra mare, divertimento e gastronomia. L’estate è ormai alle porte e sul taccuino di viaggio possono essere annotate due mete splendide: la Costa Daurada e Terres de l’Ebre.
 
A solo un’ora da Barcellona troviamo la Costa Daurada: oltre ad essere desiderata da chi ama andare in bici, ha delle caratteristiche uniche: Cambrils è di fatto la capitale gastronomica  mentre Calafell è molto apprezzata dalle famiglie.
Ottantuno chilometri di costa con 60 spiagge di sabbia fine e dorata formano il versante marittimo. La Costa Daurada è una destinazione ideale per la famiglia anche per la presenza del PortAventura World, uno dei parchi divertimento più grandi d’Europa e di cui fanno parte il PortAventura Park e il PortAventura Caribe Aquatic Park. E poi c’è il il Ferrari Land, l’unico parco in Europa dedicato al cavallino rampante. Il massiccio della Serra del Montsant, nella regione del Priorat, è invece simbolo di turismo sostenibile. Questo comprensorio è una vera e propria Cattedrale del Vino: comprende la DO Montsant e la DOQ Priorat, con prevalenza delle varietà di Cannonau Rosso e Carignana, con cui sono elaborati alcuni dei vini più pregiati del mondo. Ad essi bisogna aggiungere vini e spumanti delle DO Tarragona, Penedès, Conca de Barberà e Cava. Infine Tarragona, città Patrimonio Unesco, ma anche i monasteri cistercensi e Reus, la città di Gaudí e del Vermouth.
 
Scoperta la Costa Daurada, la tappa è d’obbligo nelle Terres de l’Ebre, paradiso per gli amanti della natura, adatte per gli amanti del turismo slow. Le famiglie possono godere della bellezza e della vivacità del Parco Naturale del Delta: tante le attività che possibile svolgere, tra cui il bird watching, tour in bici ed escursioni in battello. Territori che presentano una notevole varietà dal punto di vista paesaggistico e gastronomico. All’allevamento di ostriche e di mitili autoctoni nelle tranquille e tiepide acque del Delta dell’Ebro, vanno aggiunti il pesce ed i crostacei forniti dal Mediterraneo e la peculiare cucina tradizionale dell’entroterra. È una zona nota per la produzione del riso del Delta, la cui coltivazione è una delle attività agricole più importanti insieme ad agrumi, miele e vino. Dal 2013 la maggior parte del territorio delle Terres de l’Ebre è stato qualificato “Riserva della Biosfera”, un riconoscimento alla qualità di tutto l’ecosistema di cui l’Ebro è la spina dorsale, un fiume vivo e a tratti navigabile che svolge un ruolo di grande rilevanza. Ha ricevuto inoltre il riconoscimento Top 100 Sustainable Destinations, una delle 100 migliori destinazioni turistiche sostenibili del mondo.
L’estate catalana è dunque un’ottima soluzione per la sua varietà: lo spettacolo delle sue coste, la qualità della tradizione enogastronomica, la continua scoperta di mete quasi inesplorate. Ottimi motivi per trascorrere le vacanze in Catalunya: dopo un 2018 da record per presenze di italiani, anche il nuovo anno sta confermando l’appeal della regione tra i viaggiatori del Belpaese.

 

Seguici su ...