SALMONE SELVAGGIO DELL’ALASKA: IL LATO FRESCO DELL’ESTATE

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Enogastronomia
Pubblicato 02 Agosto 2019
Stampa

Da Pam, Pam Panorama e Pam Franchising è disponibile la versione “appena pescato” di uno dei più naturali e pregiati prodotti ittici del Pacifico

Buono, naturale, sostenibile. E, soprattutto, un alimento prezioso per la salute. Il Salmone Selvaggio dell’Alaska cresce e vive nel Pacifico, l’oceano più grande del mondo, in acque incontaminate e ricche di organismi naturali di cui si nutre quali il plancton, i gamberetti e i piccoli pesci.

Grande coprotagonista della natura, è il risultato di una pesca sostenibile. Infatti, proprio la pesca, importante sostentamento in Alaska, è regolamentata dalla Costituzione dello Stato che recita così: “I pesci e tutta la fauna ittica dovranno essere utilizzati, sviluppati e conservati secondo i principi dell'ecosostenibilità”. Questo significa che i pescatori devono limitare per legge, i luoghi, i periodi e le quantità del pescato, attenendosi alle direttive statali vigenti.

Le sue carni, sode e gustose, sono perfette per tantissime preparazioni, da quelle più semplici a quelle più elaborate e creative, studiate e realizzate dai più famosi chef stellati di tutto il mondo. Inoltre, è un pesce sano, con una limitata quantità di grassi e ricco di preziosi acidi polinsaturi, una prerogativa che ne conferma l’eccellenza rispetto ai pesci di allevamento. Da aggiungere anche la sua ricchezza in Omega 3, considerati grandi protettori del sistema cardiocircolatorio, tanto da essere un alimento particolarmente adatto per gli sportivi.

Da giugno a settembre/ottobre, proprio in virtù delle leggi dello Stato dell’Alaska, il Salmone Selvaggio è disponibile in versione fresca.

Un appuntamento imperdibile con cui Pam Panorama invita i suoi clienti ad apprezzarlo in tutta la sua bontà, proprio nei mesi in cui questa straordinaria prelibatezza costituisce il piatto forte della cucina dell’estate.

Per chi ancora non conoscesse il Salmone Selvaggio dell’Alaska ricordiamo che è possibile consumarlo tutto l’anno nella versione surgelata e affumicata, procedimenti che vengono fatti con la massima cura in modo tale da preservarne intatte qualità e bontà.

Per saperne di più visitate il sito www.alaskaseafood.it. Troverete storia, curiosità e notizie nutrizionali oltre a tantissime ricette straordinariamente creative.

www.pampanorama.it

Tags: SALMONE SELVAGGIO DELL’ALASKA: IL LATO FRESCO DELL’ESTATE