Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Teatro
Pubblicato 21 Settembre 2019
Stampa

 

Andrée Shammah in un'insolita regia su un potente testo del pluripremiato autore scozzese David Harrower, con Eva Riccobono, Maurizio Donadoni e Pietro Micci

Dal 25 settembre al 20 ottobre sul palco del Teatro Franco Parenti di Milano va in scena lo spettacolo “Coltelli nelle galline”, primo potente testo dal linguaggio fortemente contemporaneo del pluripremiato drammaturgo scozzese David Harrower, per la regia di Andrée Ruth Shammah.

In un ambiente rurale gravitano tre vite autonome, tre solitudini a confronto, primitive ed originali. Un triangolo sentimentale – interpreti Eva Riccobono, Maurizio Donadoni e Pietro Micci – attorno a cui ruotano gli intimi interrogativi della donna alle prese con le scoperte della vita.

La scena, firmata da Margherita Palli, si sviluppa su due livelli, raccontando sia il contesto rurale nel quale è ambientata la vicenda che ruota intorno ai tre personaggi, tramite la presenza sul palco di modellini in scala dei luoghi del testo, agiti dagli stessi attori, sia la sua eco contemporanea con uno spazio scenico caratterizzato da una forte stilizzazione. Saranno i video, per la collaborazione di Luca Scarzella, così come le musiche di Michele Tadini e le luci di Camilla Piccioni, ad accompagnare lo spettatore in un percorso che muove da un realismo quasi filologico verso un’astrazione del sentire.

Uno spettacolo insolito nel percorso artistico di Andrée Ruth Shammah che coglie la sfida lanciata da questo testo per il quale ha provato subito una forte fascinazione per la potenza della scrittura, poetica e carnale allo stesso tempo, e per il disegno dei tre personaggi.

Da mercoledì 25 settembre a domenica 20 ottobre 2019
Debutto: 25 settembre, ore 20.30

Biglietti: da €15,00 a €38,00 + ddp