Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Cultura Spettacoli Locali
Pubblicato 02 Gennaio 2020
Stampa

Due titoli da leggere e regalare.......

CITTÀ SOMMERSA

Marta Barone

Avrei voluto che questa storia me la raccontasse lui. Avrei voluto avere il tempo di sentirla. Ma in un certo senso sono consapevole che il libro esiste perché non c’è più l’uomo.

Un padre quasi sconosciuto, il suo passato da indagare. Il terrorismo e la Torino degli anni settanta. La voce e i fatti di un memoir danno vita a un romanzo d’esordio di eccezionale compiutezza letteraria.

Il ragazzo corre nella notte d’inverno, sotto la pioggia, scalzo, coperto di sangue non suo. Chiamiamolo L.B. e avviciniamoci a lui attraverso gli anni e gli eventi che conducono a quella notte. A guidarci è la voce di una giovane donna brusca, solitaria, appassionata di letteratura, e questo romanzo è memoria e cronaca del confronto con la scomparsa del padre, con ciò che è rimasto di un legame quasi felice nell’infanzia felice da figlia di genitori separati, poi fatalmente spinoso, e con la tardiva scoperta della vicenda giudiziaria che l’ha visto protagonista. Chi era quello sconosciuto, L.B., il giovane sempre dalla parte dei vinti, il medico operaio sempre alle prese con qualcuno da salvare, condannato al carcere per partecipazione a banda armata? E perché di quel tempo – anni prima della nascita dell’unica figlia – non ha mai voluto parlare? Testimonianze, archivi e faldoni, ricordi, rivelazioni lentamente compongono, come lastre mescolate di una lanterna magica, il ritratto di una persona complicata e contraddittoria che ha abitato un’epoca complicata e contraddittoria. Torino è il fondale della lotta politica quotidiana con le sue fatiche e le sue gioie, della rabbia, della speranza e del dolore, infine della violenza che dovrebbe assicurare la nascita di un avvenire radioso e invece fa implodere il sogno del mondo nuovo generando delusione e rovina. Il romanzo di un uomo, delle sue famiglie, delle sue appartenenze, la sua vita visitata con amore e pudore da una figlia per la quale il mondo si misura e si costruisce attraverso la parola letta e scritta.

- MARTA BARONE

È nata e vive a Torino. Traduttrice e consulente editoriale, ha pubblicato tre libri per ragazzi.

Una volta qualcuno, qualcuno che pure gli aveva voluto bene, mi ha detto, con sincera compassione: ‘Non dev’essere stato facile averlo come padre.’. No, non lo era. Non lo è stato fino all’ultimo istante. Non è stato facile, dopo, sentirmi ripetere da un ventaglio di sconosciuti che padre meraviglioso dovesse essere stato. Mi sembrava di conoscerlo. Lo conoscevo fin nei suoi anfratti più foschi, brutali, dozzinali. Pensavo di averlo capito tutt’intero. Ma adesso dovevo prendere atto che non lo conoscevo bene come credevo – che forse non lo conoscevo affatto.

Pagine 320

Prezzo 18,00 €

 

LE CONDIZIONI ATMOSFERICHE

Enrico Palandri

Sei romanzi che si parlano e rimandano l’uno all’altro, un ciclo riscritto dall’autore per confluire in un unico volume.Un’opera che racconta quarant’anni di storie private e di storia sociale entrando e uscendo dalle vite degli stessi personaggi.

“Siamo pagine di un romanzo

Che corrono dietro agli eventi

Che ci trascinano

Fino alla conclusione

E che pure non finiscono mai davvero.”

Le pietre e il sale, Le vie del ritorno, Le colpevoli ambiguità di Herbert Markus, Angela prende il volo, L’altra sera, I fratelli minori: sei romanzi, sei tappe di uno stesso viaggio che ha condotto Enrico Palandri a raccontare storie private dentro la cornice storica e sociale degli ultimi quarant’anni.

I suoi personaggi campeggiano, spariscono e riaffiorano di storia in storia, dispersi e riportati vicini dagli eventi della vita, attraversando un tempo lungo di grandi cambiamenti, dalla caduta del muro di Berlino al migrare come stato dell’anima e fenomeno che ha mutato il nostro mondo. Venezia, Londra e tante altre città europee, la globalizzazione e le dipendenze, le passioni giovanili e l’arte, gli amori, i figli, le famiglie sciolte e ricomposte in equilibri da reinventare ogni giorno: tutto fluisce in un ritratto nitido, ruvido e melancolico, ricco di passione e compassione per la fatica e la gioia di vivere.

 

- ENRICO PALANDRI

Enrico Palandriè nato a Venezia nel 1956.Dopo Boccalone, di cui sono uscite numerose edizioni (l’ultima nel 2017 con Bompiani), ha scritto tra il 1986 e il 2010 i sei romanzi ora raccolti neLe condizioni atmosferiche, oltre a poesie, racconti, saggi. Il suo ultimo romanzo, L’inventore di se stesso, è uscito nel 2017, mentre del 2019 è Verso L’infinito, saggio su Leopardi. Palandri insegna a Venezia e a Londra, dove è Writer in Residence e Professor of Modern European Literature alla UCL.

Pagine790

Prezzo 30,00 €.