Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Turismo & Benessere
Pubblicato 12 Giugno 2020
Stampa

Le Isole Cook, a metà strada tra la Nuova Zelanda e le Hawaii, rappresentano la
destinazione ideale per scoprire tutta la magia della Polinesia neozelandese
in perfetto stile “fuga romantica agli antipodi del mondo”. Se poi aggiungiamo
che, ad oggi, è una delle poche mete long-haul a livello mondiale Covid-19
Free
e che prevede di riaprire i confini, con le dovute cautele, ai vicini

neozelandesi ed australiani già durante l’estate e all’Europa per il prossimo
inverno, non ci sarebbe da stupirsi se fosse tra le preferite dalle coppie di
innamorati in cerca della meta perfetta per la tanto sognata honeymoon o, perché no, per la celebrazione stessa di un matrimonio davvero indimenticabile. Sì perché questo è l’unico luogo del
Pacifico in cui, tra abbaglianti spiagge bianche, palme da cocco, barriere
coralline ed acque color turchese, è possibile ridurre a 24 ore* il processo
per ottenere il certificato di matrimonio
valido anche in Italia, che

solitamente richiede circa tre giorni.

In un periodo come questo, durante il quale tante coppie dovranno fare i salti mortali per far tornare i conti, affrontare la spesa per il matrimonio non sarà certo una passeggiata, tra l’incertezza delle possibilità economiche, lo stress di muoversi tra i diversi fornitori e tutte le restrizioni e normative che regoleranno gli eventi. Ecco che le Isole Cook si presentano allora non solo come una validissima destinazione ma anche come una vera e propria soluzione per chi cerca un matrimonio “safe” e Covid-free, con gli amici stretti ed i propri familiari, in un paradiso da favola, ad una frazione dei costi normalmente previsti e con un unico referente che organizzi il tutto! Se il vostro obiettivo è un matrimonio perfetto, senza pensieri né complicazioni, basterà infatti lasciarsi supportare da uno dei wedding planners locali che vi aspettano per aiutarvi ad organizzare ogni aspetto del vostro giorno speciale con servizi completamente personalizzati. Un team di professionisti ed esperti vi accompagnerà, infatti, nella scelta dell'interprete in lingua italiana durante la cerimonia, del fotografo, della torta, dei fiori e di quant'altro renderà il vostro matrimonio e la luna di miele davvero unici. I wedding planners, i celebranti, gli stylists, i fotografi, tra cui la richiestissima Melanie Cooper, i musicisti, i parrucchieri, i truccatori e gli addetti al catering locali hanno un’esperienza tale da soddisfare anche gli sposi più esigenti!

Che preferiate un matrimonio classico, tradizionale e formale, oppure un evento moderno e informale o anche una cerimonia in stile polinesiano, l’aspetto più importante è, sicuramente, la location. Tra i set di maggior fascino e atmosfera, sia per la cerimonia che per il soggiorno, troviamo il Te Manava Luxury Villas & Spa***** a Rarotonga, progettato per coloro che apprezzano la privacy in ambienti di lusso e situato sulle sabbie bianche della spiaggia di Muri, una delle spiagge più belle dell’isola, ed il Pacific resort Aitutaki sull’isola di Aitutaki, il pluripremiato resort a cinque stelle circondato dalle acque turchesi e mozzafiato della laguna più bella del mondo.

Per pronunciare il fatidico “I do” meglio a piedi nudi su una spiaggia, con il fragrante profumo dei fiori freschi che adornano il vostro arco nuziale, o in una chiesetta tipica, al suono dei canti maori delle simpatiche Mamas? Nella giungla ai piedi di una cascata o su di un piccolo motu disabitato? In una villa privata, circondati da lussureggianti giardini tropicali, o a bordo di una Vaka tradizionale? A voi l’imbarazzo della scelta!

Il giorno del matrimonio, si sa, è ancora più speciale se scegliete di avere intorno le persone a voi più care. Alcuni pacchetti, infatti, prevedono alloggio per gli sposi e i loro ospiti - amici e parenti più stretti, quelli a cui proprio non si può rinunciare! - trasporti, voli, cene romantiche, addii al celibato e nubilato e molto altro. Come si dice? “Pochi ma buoni”. Un’interessante alternativa, insomma, indimenticabile sì ma più economica, al “solito” matrimonio a casa. Chi l’ha detto che il viaggio debba per forza arrivare dopo la cerimonia?

Una volta finiti i festeggiamenti, niente paura. Annoiarsi è davvero impossibile! Sono tantissime le attività su cui i vostri invitati posso contare durante il soggiorno: buggy nella giungla, lezioni di yoga sulla spiaggia, immersioni diurne ed uscite notturne in SUP per ammirare la laguna di notte sotto un cielo vertiginosamente stellato, giornate di spa, tornei di golf, tour culturali e gastronomici, degustazione di birra locale, escursioni in bici, serate danzanti sulle note delle band locali…

Un ultimo consiglio per i futuri sposi: dopo la cerimonia non dimenticate di piantare insieme una palma sulla spiaggia, così come vuole la tradizione locale, per benedire questo nuovo inizio… ora siete pronti ad abbandonarvi a questa nuova avventura!

Maggiori informazioni per organizzare il tuo matrimonio alle Cook:

 

Servizi in loco:

www.weddingscookislands.com

www.weddedblissrarotonga.com

www.cookislands.travel

 

Proposte dall’Italia:

https://www.souritrip.com/viaggio-di-nozze-alle-isole-cook-sposarsi-allestero/

http://www.madamevoyage.it/index.php/madame-voyage/sposarsi-all-estero

https://www.viaggidinozze.net/sposarsi-all-estero/572/matrimonio-polinesiano-da-favola-alle-isole-cook.html

www.ideeperviaggiare.it

 

*La richiesta per la licenza di matrimonio deve essere fatta di persona presso il Registro Matrimoniale delle Isole Cook almeno 3 giorni prima del matrimonio. È essenziale portare passaporto e certificato di nascita in originale, nonché eventuale copia dei documenti di divorzio, presso l’ufficio del Registro ad Avarua, sull’isola di Rarotonga. Tutti i documenti devono essere in inglese. Gli operatori locali possono comunque assistere un tutte le procedure. L'età legale minima per il matrimonio nelle Isole Cook è di 20 anni: al di sotto di questa età serve il consenso scritto dei genitori.

 Crediti fotografici: Melanie Cooper