Il nuovo

concetto

di attualità

Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: FOCUS
Pubblicato 17 Giugno 2020
Stampa

Svizzera Turismo lancia la sua campagna per far ripartire il turismo nella stagione estiva. Con Clean & Safe, sistema di prenotazione flessibile e contenuti aggiornati la Svizzera è pronta ad accogliere gli ospiti dall’Italia e da tutta l’area Schengen da oggi 15 giugno.
Ho bisogno di Svizzera” è lo slogan per tutte le stagioni che suggerisce di respirare aria pura, fare movimento, viaggiare in sicurezza e ritrovare il gusto della convivialità ma anche voglia di spensieratezza e di semplicità dopo mesi, chiusi in casa, in cui ciascuno ha potuto riflettere su cosa sia essenziale.
Il claim “Ho bisogno di vacanza. Ho bisogno di Svizzera”, viene declinato in diversi soggetti e nelle diverse stagioni, facendo appello alle aspirazioni personali degli ospiti senza tralasciare i punti di forza dell’offerta turistica svizzera sempre attenta alla sostenibilità, alla valorizzazione del suo patrimonio culturale ed enogastronomico. Con l’iniziativa Clean & Safe e la nuova piattaforma di prenotazione alberghiera che offre la cancellazione gratuita delle prenotazioni fino a 48 ore prima dell’arrivo, Svizzera Turismo risponde alle esigenze degli ospiti in materia di sicurezza e igiene ed alla richiesta di flessibilità in termini di prenotazione.
Per una gestione ottimale della provenienza geografica degli ospiti e per suscitare l’interesse di nuovi target, vengono presentati online su Svizzera.it proposte insolite, suggerimenti e tesori nascosti e un nuovo motore di ricerca di hotel che consente di accedere in pochi clic a tutta la gamma di alloggi svizzeri, dagli chalet alpini agli hotel di design.

Le previsioni, però, non sono rosee: la perdita di fatturato nel settore turistico ammonta già a 8,7 miliardi di franchi da marzo a giugno 2020 e, secondo il KOF, (Centro di ricerca congiunturale) i pernottamenti in hotel caleranno fino al 50% in città e del 20-30% nelle zone di montagna durante l’estate. Svizzera Turismo ha presentato il 5 giugno a Zurigo la strategia di comunicazione multimediale per promuovere le vacanze estive in città e in montagna, con obiettivo la valorizzazione di tutte le sfaccettature della Confederazione, come destinazione turistica.

Il target di riferimento è costituito principalmente dal bacino di utenza domestico e dell’area Schengen coni attività di marketing che verranno poi estese, gradualmente, in tutto il mondo basandosi su un avanzato “Management Information System” che elabora dati provenienti da piattaforme di booking, da motori di ricerca e dall’andamento economico e sanitario di ogni Paese guidando, così, le scelte strategiche. Il piano di rilancio di Svizzera Turismo si avvale dell’importante contributo del Parlamento svizzero che ha stanziato 40 milioni di franchi a sostegno dell’intero settore turistico dei quali 20 milioni saranno utilizzati per sostenere direttamente i partner turistici di Svizzera Turismo (regioni, destinazioni, fornitori di servizi), l’altra metà verrà investito da Svizzera Turismo per le campagne di marketing: un terzo nel 2020 e due terzi nel 2021. Il 38% dei fondi sarà investito in Svizzera, il 35% in Europa e il 20% nei mercati esteri. Il restante 8% sarà destinato a progetti speciali globali.

3 SPUNTI PER LE VOSTRE VACANZE:

Tra le cascine della Valle Malvaglia

Chi fa un’escursione o si addentra nella Val Malvaglia sulla strettissima strada di montagna, passando su storici ponti in pietra, attraverso boschi di castagni e lungo il lago artificiale, non se ne pentirà. Si tratta di un vero gioiello dal punto di vista paesaggistico e ingegneristico ed è inserito nell’inventario dei paesaggi di importanza nazionale. La Valle Malvaglia, abitata dal XIII secolo, è rimasta fedele alle sue origini ed è considerata un’oasi segreta dagli appassionati del Ticino. Tra Dagro e Madra si trovano alcuni degli edifici più antichi del cantone: piccole casette in legno costruite su muri a secco. Oggigiorno, queste cosiddette «cascine» vengono usate come case per le vacanze. Molte di queste testimonianze del passato possono essere scoperte  facendo  un’escursione  dalla  stazione  superiore  della  funivia  verso  Dandrio  e  poi scendendo a fondovalle a Malvaglia.

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/avventura-nella-funivia-malvaglia/

Bachalpsee: il lago che ammalia.

In primo piano si vede il lago blu, e subito dietro, le cime innevate del massiccio della Jungfrau.

Non c'è foto che possa catturare la luce che irradia da questo lago di montagna. Per vederla bisogna  andarci  di  persona!  Si  può  salire  semplicemente  prendendo  una  cabinovia  da Grindelwald  e poi  proseguire  a  piedi  per  meno  di  1  ora  oppure  affrontare  l’impegnativo percorso per mountain bike che passa dalla Grosse Scheidegg.

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/route/bachalpsee-bike/

Wellness nei boschi di Interlaken.

Camminare a piedi nudi nel bosco, riprendere fiato e percepire, passo dopo passo, la fragranza benefica  degli  alberi. Il  massaggio nel  bosco  e  il  corroborante  pediluvio  sono  la  proposta dell’Hotel Salzano di Interlaken che punta sull’effetto benefico della natura. Su richiesta, è possibile prenotare anche un’escursione guidata alla scoperta di erbe aromatiche, con picnic incluso.

https://salzano.ch

Sulle “Dolomiti” svizzere.

L'escursione ad anello sui Gastlosen, a sud di Jaun nelle Prealpi friburghesi, svela una varietà di piante e un patrimonio geologico unici. Passando da ameni pascoli e rada boscaglia, ci si avvicina sempre più alle imponenti e frastagliate rocce calcaree dalle pareti scoscese, che ricordano le Dolomiti.

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/route/gastlosen-tour-1/

TRENI PANORAMICI E COLLEGAMENTI EUROCITY ALLA GRIGLIA DI PARTENZA.

Il 6 giugno hanno ripreso a funzionare impianti di risalita e ferrovie di montagna. Il 15 giugno,con apertura delle frontiere fra Italia e Svizzera, si potrà tornare a viaggiare progressivamente a bordo delle più belle tratte panoramiche.

Bernina  Express:  dal  15  giugno  riapre  anche  la  stazione  di  Tirano  e  sarà  nuovamente possibile percorrere la celebre tratta Tirano – St. Moritz.

Glacier Express: operativo dal 20 giugno.

Gotthard Panorama Express: operativo dal 4 luglio.

GoldenPass Panoramic: già operativo.

Treno del Cioccolato: dal 1° luglio.

Situazione aggiornata: https://www.mystsnet.com/en/news/corona/

A partire dal 29 giugno circoleranno nuovamente i treni Eurocity da Milano alle principali città svizzere.  I  collegamenti  verranno  introdotti  gradualmente lungo  l’asse  del  Gottardo  e  del Sempione. Per le informazioni dettagliate si rimanda alla pagina di Ferrovie Federali Svizzere.

IL MUSEO SOTTERRANEO DEI SOLDATI E IL NUOVO BAR DEL CASTELLO DI CHILLON.

L’iconico castello sul Lago di Ginevra ha riaperto i battenti con il nuovo Café Byron (3 giugno), in grado di accogliere e rifocillare un’ottantina di persone. Di fronte al castello e sepolto sotto la montagna per sfuggire a occhi indiscreti, sorge il Fort de Chillon, la punta occidentale del Ridotto Nazionale. È uno dei monumenti militari più emblematici del paese. Al suo interno aprirà ad ottobre un museo dedicato alla vita militare che stupirà gli appassionati di spionaggio.

https://www.fortdechillon.ch/fr/

L’architettura sposa l’orologeria nella Cité du Temps a Bienne.

L’edificio  Cité  du  Temps,  nel  cuore  di  Bienne,  è  stato  interamente  progettato  dal  famoso architetto giapponese Shigeru Ban, vincitore del Premio Pritzker. La sua costruzione, annidata tra gli storici edifici di Omega e la nuova sede principale del marchio Swatch, è leggermente rialzata  e  sembra  fluttuare  sui  pilastri  sottostanti.  Ospita da  ottobre  2019 due  musei  che raccontano lo stile giocoso e allegro del marchio Swatch e il lusso di Omega.

https://www.citedutemps.com/it/architettura/

 

Info:

N. verde 00800 100 200 30 (non eliminare “00” iniziale)

www.svizzera.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Social Media

Twitter: @myswitzerland_i / Facebook.com/myswitzerland / Instagram: myswitzerland