Il nuovo

concetto

di attualità

TamTamNews
SCOPRIMILANO
Scritto da Gloria Giovanetti Categoria: Teatro2018
Pubblicato 05 Aprile 2018
Stampa

OTELLO – L’ULTIMO BACIO

Opera musical,

di Fabrizio Voghera

liriche Fabrizio Voghera e Francesco Antimiani

 

Regia Wayne Fowkes

coreografie Wayne Fowkes e Tony Lofaro

 

Otello l’Ultimo Bacio, il nuovo spettacolo fortemente voluto dall’autore Fabrizio Voghera, insieme a Francesco Antimiani, ripercorre l’intero dramma Shakespeariano ed è una grande scommessa.

Nei brani che lo compongono gli autori raccontano la triste vicenda dell’uomo avvelenato dal dubbio e dalla gelosia ma, per la prima volta, l’opera di Shakespeare esce dai canoni della tradizione lirica per accostarsi all’opera musical.

Tutte le opere del bardo sono state rivisitate in varie formule: prosa d’avanguardia, musical, danza, opera popolare.

Otello ancora non era stato esplorato, nonostante le forti tematiche che ben si prestano ad essere rese più affascinanti ed attuali, per il pubblico di oggi.

Il tema della violenza e del femminicidio è più che mai all’ordine del giorno, ma non è l’unico focus dello spettacolo.

In Otello l’Ultimo Bacio, il ruolo della donna assume maggiore importanza: in questa opera rivoluzionaria, si alza forte la voce di Desdemona, che non solo prende la parola, ma canta.

La perversione mentale di Iago, l’impetuosità di Otello e l’amore di Desdemona sono le coordinate che tracciano la rotta di questo viaggio musicale, che unisce passione ed ispirazione a un sincero desiderio espressivo, che si manifesta nell’evolversi del racconto.

L’ambientazione non definita, ma più centrata su un futuro non collocabile nel tempo, rende ancora più singolare lo spettacolo che si avvale di brani di grande impatto e di un cast che proviene dalle più grandi opere popolari del momento.

Lo spettacolo vede la presenza di grandi nomi che già hanno lavorato sullo stesso palco in passato.

Fabrizio Voghera, Frollo e Quasimodo in Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante, ha scelto per affiancarlo nella stesura delle liriche, Francesco Antimiani, anche lui Frollo in Notre Dame ed entrambi nel cast di Giulietta e Romeo, sempre scritto da Riccardo Cocciante.

I due artisti si sono ritrovati insieme a scrivere Otello proprio dietro le quinte di questo spettacolo, in tour per l’Italia.

Tutto il resto del cast, ha già lavorato inprecedenti produzioni.

A partire da Desdemona, interpretata da Alessandra Ferrari, protagonista in 'Romeo e Giulietta' (regia di Giuliano Peparini, musiche di Geràrd Presgurvic),ma anche Esmeralda in Notre Dame de Paris e, recentemente, Rapunzel, nel musical diretto da Maurizio Colombi, con Lorella Cuccarini.

La parte di Rodrigo è interpretata da Andrea Manganotto, un altro componente del cast Giulietta e Romeo, in tour quest’annone Il Libro della Giungla.

Luca Marconi è Cassio (San Michele l’Angelo dell’Apocalisse di Simone Martino, Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante come Gringoire/Febo, Beatrice Cenci Opera Drammatica – Olimpio Calvetti), mentre Claudia Paganelli è Emilia (Notre Dame de Paris, La Divina Commedia l’Opera, C’era una volta Scugnizzi).

Lalo Cibelli interpreterà Brabantio (Tosca di Lucio Dalla come Spoletta, La Divina Commedia l’Opera, Actor Dei, SWEENEY TODD), mentre il giovane Alessandro Cavara sarà Montano e il Doge.

L’opera, in due atti, con musica e testi originali, avrà la regia di Wayne Fowkes(Artistic Director Notre Dame De Paris 2000-2015, Resident DirectorJesus Christ Superstar – Really Useful Theatre Company-West End 1996/1998, Joseph- Really Useful Theatre Company – Tour 1993/1996, Director Cavalia) e le coreografie dello stesso Fowkes e di Tony Lofaro ("La Divina Commedia", "I Promessi Sposi", "Vorrei la Pelle Nera", Regia di M. Colombi; "Don Chisciotte, Storia di un sogno interrotto", Regia di G. De Feudis; ideazione "E se... il Piccolo Principe", Regia di D. Cauduro.

Due ore di meravigliose musiche, arrangiate e orchestrate da Fabrizio Ronco, e di poesia raccontate dal canto di straordinari interpreti e dal movimento di ballerini e acrobati, accuratamente selezionati.

Sinossi

Siamo in un’epoca moderna non precisamente definita, sullo sfondo prima una Venezia industriale e poi una Cipro marittima.

I costumi dei personaggi seguono una linea militare per i caratteri maschili e street style per quelli femminili ed il corpo di ballo.

Vi raccontiamo quindi la storia di Otello, dalla notte di Venezia alla notte di Cipro. Un'opera che narra di come la vendetta e il raggiro diventino a volte padroni manipolatori di esistenze coeve.

È la storia della trama, tessuta da Iago, umile ma scaltro alfiere della Serenissima repubblica di Venezia, che per sentimenti di rivalsa contro il suo generale Otello per la mancata nomina a luogotenente, organizza la sua rivincita. E per far questo non esita a manipolare chiunque, compresa la sua stessa moglie.

Otello, un moro a capo dell'esercito veneziano, segretamente sposo della giovane nobildonna Desdemona, viene smascherato dallo stesso Iago agli occhi del padre di lei, Brabanzio.

Ma i due amanti, ottenuta l'approvazione del doge, partono per Cipro, dove il generale deve combattere contro l'invasore turco. Insieme a loro Cassio, luogotenente di Otello, la cui nomina ha scatenato tutta la vicenda; Emilia, moglie di Iago e dama di compagnia di Desdemona; Rodrigo, nobile veneziano innamorato di quest'ultima e abbindolato da false promesse dell'astuto alfiere.

Durante il tragitto una tempesta rende a loro il favore di sterminare la flotta turca, cosicché i nostri possono giungere a Cipro in un clima di pace e festosità. Otello assume il comando della colonia, e durante i festeggiamenti destituisce Cassio, indotto a ubriacarsi e a battersi da Iago, con la complicità di Rodrigo. Cassio, sempre su consiglio dell'alfiere, si rivolge a Desdemona, perché interceda per la sua grazia, ma la cosa, debitamente manipolata da Iago, scatena una folle gelosia da parte di Otello, che arriva a crederli amanti. Si scatena così l'umana passione che in un crescendo di tragici eventi porta il moro ad uccidere la stessa, incolpevole Desdemona. Ma Emilia, capito il raggiro e sacrificandosi ella stessa all'insaziabile marito, disvela l'inganno e porta l'esausto e disperato Otello al suicidio sul corpo dell'amata.

12 aprile ore 21.00. Milano Linear Ciak.

Seguici su ...